Sabato 23 Gennaio11:36:17
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

L'orto della scuola di Coriano protetto dallo spaventapasseri di nonno Michele

Il progetto Crescere nell'orto ha raggiunto il suo culmine nel corso di quest'anno

Attualità Coriano | 09:00 - 18 Dicembre 2020 L'orto della scuola di Coriano L'orto della scuola di Coriano.


A vegliare sull'orto della scuola di Coriano è arrivato un custode speciale. Lo spaventapasseri di nonno Michele, montato davanti agli occhi sorpresi degli studenti che lo hanno ammirato lavorare con mani esperte e veloci. Le insegnanti che stanno seguendo il progetto sottolineano come “la partecipazione di Michele è stata fonte di ricchezza: sappiamo bene quanto sia importante la presenza dei nonni, soprattutto in questo periodo. Vederlo così attivo e pieno di passione ci ha emozionato e ha fatto capire ai giovanissimi che ogni stagione della vita può essere ricca e soddisfacente". Il progetto "Crescere nell'orto" è portato avanti grazie alla collaborazione di volontari come lui, come i genitori e le guardie ecologiche, ma anche del personale della scuola. Nato dal gioco spontaneo e dal desiderio dei bambini e delle bambine di lavorare la terra del giardino e creare un angolo in cui dare la vita a nuove piante ormai tre anni fa, oggi si è realizzato grazie alla formazione specifica sulla coltivazione naturale, sulle tecniche agricole, sulla cura del territorio. Dagli insegnanti "un ringraziamento speciale va proprio ai genitori, ai nonni e alla collaboratrice scolastica che, mettendo a disposizione competenze personali e materiali, dedicano il loro tempo libero al progetto; così come ringraziamo di cuore le Guardie ecologiche volontarie operanti sul territorio, che di persona o via mail, guidano nella gestione dell’orto grazie alla loro esperienza e alla loro passione per l’ambiente e la natura. Un particolare ringraziamento anche alla dirigente Barbara Cappellini per l’attenzione e l’apertura ai nuovi progetti rivolti al mondo della scuola". Aggiunge la sindaca Domenica Spinelli: ”Siamo felici di poter essere parte attiva della scuola del territorio e ringraziamo un gentilissimo sponsor che con una donazione ha permesso la realizzazione concreta del progetto".

 

< Articolo precedente Articolo successivo >