Domenica 24 Gennaio10:18:21
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Pronte le mascherine school made del comprensivo di Ospedaletto

Gli studenti hanno fatto il logo e ritagliato i pezzi. La distribuzione a partire da domani

Attualità Coriano | 12:36 - 16 Dicembre 2020 Le mascherine realizzate dagli studenti di Ospedaletto Le mascherine realizzate dagli studenti di Ospedaletto.


Settanta metri di tessuto, mezzo chilometro di elastico, metri e metri di filo da cucito, fiumi di inchiostro, buste ed etichette adesive, sono stati finalmente assemblati e la tanto attesa mascherina dell'stituto di Ospedaletto ha preso forma. La consegna alla dirigente Barbara Cappellini è avvenuta nella mattina di mercoledì: con orgoglio e infinita gratitudine ha ricevuto i manufatti consegnati dall’associazione Our Children alla presenza della sindaca Domenica Spinelli. Grande fermento ed entusiasmo alle stelle per la realizzazione di un progetto ambizioso e articolato, che ha trasformato i banchi di scuola in tavoli da lavoro per disegno e ritaglio e molte case private in atelier in grande stile. Oltre all’impegno dei docenti e degli alunni coinvolti  e alla professionalità della serigrafia “Il mago”, tutto questo non sarebbe stato possibile se non ci fosse stata la disponibilità delle mamme. “Un grande lavoro di squadra, che ha dato concretezza a quei valori sottesi al nostro progetto, primi tra tutti la solidarietà e il lavoro finalizzato al bene comune”, sostiene la presidente Barbara Gioia, "dall’inizio della crisi pandemica abbiamo cercato di trasformare il problema in un'opportunità di conoscenza, di crescita e di coesione. Grazie di cuore a tutti coloro che si sono prodigati con vera generosità e operosità alla riuscita e alla finalizzazione del progetto”.

Da giovedì l’intera comunità scolastica avrà la sua mascherina di Istituto con il logo realizzato dagli studenti (un concorso interno ha visto premiare la creatività di Emilia Ghinelli della classe terza B), un primo importante passo verso l’apertura a nuove esperienze. Alcune mascherine saranno inviate anche ad una scuola di Roma con cui abbiamo progetti in rete per il futuro, in un ponte ideale tra i due versanti dell’italia in questo momento storico così delicato.
 

< Articolo precedente Articolo successivo >