Marted́ 19 Gennaio13:05:45
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Minacce di morte alla sindaca di Riccione Renata Tosi: la solidarietà dei colleghi della politica

Messaggi di biasimo nei confronti dell’hater da ogni schieramento politico

Attualità Riccione | 16:42 - 10 Dicembre 2020 La sindaca Renata Tosi La sindaca Renata Tosi.

Minacce di morte alla sindaca di Riccione Renata Tosi. Le polemiche sugli assembramenti in viale Ceccarini sono degenerate sui social in un augurio di morte al primo cittadino ascrivibili ad un solo profilo social. Per ora non è stata avviata alcuna denuncia. La sindaca non ha voluto commentare l’accaduto, ma numerose sono state le dimostrazioni e i messaggi di solidarietà provenienti da ogni parte politica.
 

“Sono giorni difficili per tutti – scrive il sindaco di Misano Fabrizio Piccioni - . La morsa della pandemia ancora non si allenta sostanzialmente e c’è la necessità, complicatissima, di trovare un punto di equilibrio fra tante priorità. In questo contesto, sono molto più gravi ed insopportabili le frasi minacciose ed ingiuriose rivolte a chi riveste un ruolo di riferimento nell’amministrazione di un territorio. Per questo manifesto a Renata Tosi, Sindaca di Riccione, la mia solidarietà e insieme quella della nostra città”.
 

“Solidarietà al Sindaco per le ignobili parole che le sono state rivolte in gruppi Facebook che tollerano queste affermazioni di odio e di minaccia!

Non saranno questi episodi a fermare il cambiamento e la buona amministrazione che stiamo portando in città.” Così l’assessore al bilancio Luigi Santi.
 

Si stringe alla Tosi il gruppo di Noi Riccionesi: “Piena solidarietà e vicinanza al nostro Sindaco, vittima di vili minacce ed “Auguri di Morte” su Facebook.

Purtroppo gli odiatori seriali da chat continuano a prosperare ed a moltiplicarsi, superando ampiamente il limite del cattivo gusto fino a sfociare in comportamenti a piena rilevanza penale. Forza Renata!”

Anche dall’opposizione arriva la condanna netta ai fatti, arriva dal PD, a nome di Alberto Arcangelipiena solidarietà al sindaco. Questo modo di esprimersi non ha che fare con la politica per come la intendiamo, non ci appartiene e ci auguriamo che chi lo utilizza sia individuato e ne risponda. La morte e la malattia non si augurano a nessuno, meno che mai in questi tempi di generale e immensa sofferenza”.
 

Parole di biasimo arrivano anche da Andrea Delbianco, di Riccione Civica, che giudica queste manifestazioni  “assolutamente intollerabili, becere e non solo vanno condannate, ma perseguite nelle sedi opportune.

Una società civile non può assolutamente tollerare simili manifestazioni e si deve anzi adoperare affinché si possa il prima possibile trovare una condizione di rinnovata "pace sociale" nel paese”.