Mercoledý 20 Gennaio18:36:35
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

In Romagna crescono i prestiti alle imprese e i risparmi: il focus della Camera di commercio

In crescita anche i finanziamenti: dati si riferiscono ai primi nove mesi del 2020

Attualità Rimini | 12:15 - 09 Dicembre 2020 Foto di repertorio Foto di repertorio.


Si conferma anche per la Romagna la ripresa del credito alle imprese, iniziata nel primo trimestre dell’anno, sostenuta soprattutto dalle misure intraprese per far fronte all’emergenza sanitaria. Positiva anche la dinamica dei prestiti alle famiglie, pur in rallentamento. Registrata, come prevedibile, un’impennata dei prestiti garantiti dallo Stato tramite il Fondo di Garanzia. Sul fronte del risparmio finanziario, si assiste ad una decisa crescita dei depositi bancari mentre diminuisce l’ammontare dei titoli in portafoglio.L'analisi è dell'osservatorio economico della Camera di commercio della Romagna, a cura dell'ufficio Informaizone economica. Fonti Banca d'Italia e Mise.

In base ai dati provvisori, in provincia di Rimini al 30 settembre i prestiti totali ammontano a 9.045 milioni di euro (6,7% dell’Emilia-Romagna), così suddivisi: 60,9% alle imprese, 34,9% alle famiglie e 4,2% ad altri soggetti (società finanziarie, enti pubblici, istituzioni senza scopo di lucro). 
Rispetto al 30 settembre 2019 si rileva un incremento del 5,9% dei prestiti concessi (+3,1% a livello regionale). Nel dettaglio, si registra un deciso aumento dei prestiti alle imprese del 9,1% (+11,9% alle medio-grandi, +2,1% alle piccole) e una lieve crescita di quelli alle famiglie pari allo 0,6%. In merito ai primi, si evidenzia un forte incremento del credito al manifatturiero (+20,0%), seguita dalla variazione positiva, verso il macrosettore dei servizi (+9,0%); in calo, invece, i prestiti verso il settore edile (-1,2%).

Con riferimento al risparmio finanziario, l’ammontare risulta di 14.941 milioni di euro (6,2% dell’Emilia-Romagna): il 69,9% è costituito dai depositi bancari, il restante 30,1% dai titoli a custodia. , Rispetto al 30 settembre 2019 si riscontra una crescita del risparmio totale del 3,5% (+5,9% a livello regionale) dovuta all’aumento dei depositi (+7,1%); in diminuzione, al contrario, gli investimenti in titoli (-4,2%), soprattutto in obbligazioni bancarie (-27,6%), mentre aumenta l’acquisto dei titoli di stato (+2,0%).

In relazione al Fondo di Garanzia per le PMI, a seguito dei provvedimenti adottati per fronteggiare la crisi economica fortemente aggravata dall’emergenza sanitaria, nel corso dell’anno è stato registrato un netto aumento delle domande pervenute. Tra il 17 marzo e il primo dicembre, infatti, nella provincia di Rimini sono state registrate 12.111 operazioni di finanziamento (9,6% del totale regionale), di cui il 71,6% riferite ai prestiti entro i 30mila euro, per un importo finanziato pari a 759 milioni di euro (63mila euro come importo finanziato medio). Tali operazioni, che hanno riguardato, grazie al Decreto Liquidità, una platea più ampia di imprese (quelle con meno di 500 addetti), nel periodo considerato sono state pari a 35 ogni 100 imprese attive (32 in Emilia-Romagna, 28 in Italia). Le domande pervenute nell’intero anno 2019 erano state 640.
 

< Articolo precedente Articolo successivo >