Martedý 26 Gennaio09:18:55
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Spostamenti consentiti fra riminese e San Marino fino al 20 dicembre

Poi sarà necessaria l'autocertificazione e un motivo che giustifica lo spostamento

Attualità Repubblica San Marino | 16:27 - 07 Dicembre 2020 Dogana di San Marino Dogana di San Marino.


Nella giornata di oggi (lunedì 7 dicembre) si è tenuto un incontro in videoconferenza fra il Segretario di Stato agli Affari Esteri, Luca Beccari, il Segretario di Stato per la Sanità, Roberto Ciavatta e i Prefetti delle provincie di Rimini, Dott. Giuseppe Forlenza, e Pesaro-Urbino, Dott. Vittorio Lapolla, avente ad oggetto la mobilità fra le predette provincie e la Repubblica di San Marino alla luce delle nuove disposizioni italiane e del passaggio delle Regioni Emilia Romagna e Marche in “zona gialla”.

Confermata la possibilità di spostamento senza autocertificazione fino a tutto il 20 dicembre 2020, ad esclusione della fascia oraria dalle 22.00 fino alle 05.00 del giorno successivo. All’interno della predetta fascia oraria, gli spostamenti sono consentiti solo per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità ovvero per motivi di salute, muniti di autocertificazione.

Dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 la mobilità fra la Repubblica di San Marino e le regioni italiane sarà consentita solo per comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità, per motivi di salute oppure nelle circostanze previste dal DPCM del 3 dicembre 2020, muniti di autocertificazione. A tal proposito le limitazioni saranno ulteriormente rafforzate nelle giornate del 25, 26 dicembre e 1° gennaio.

Restano comunque valide in ogni periodo le possibilità di spostamento da e verso la Repubblica di San Marino dai e per i comuni confinanti per usufruire di servizi e l’approvvigionamento di beni di prima necessità non disponibili affatto nel proprio territorio di residenza o beni che rispondano alle specifiche esigenze dell’interessato, anche in termini di maggiore e comprovata convenienza economica.

Le forze di polizia della Repubblica di San Marino continueranno a collaborare con le omologhe autorità italiane per la verifica della regolarità degli spostamenti durante i periodi di vigenza delle limitazioni alla mobilità.

 

< Articolo precedente Articolo successivo >