Domenica 24 Gennaio18:50:11
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Assembramenti natalizi, sindaco Riccione accusa: "video manomessi"

La replica del Pd locale: "mente, il video diffuso dal consorzio Viale Ceccarini"

Attualità Riccione | 17:02 - 06 Dicembre 2020 Renata Tosi, sindaco di Riccione Renata Tosi, sindaco di Riccione.


Hanno fatto discutere le immagini pubblicate sui social dell'inaugurazione delle luminarie di Riccione. Immagini che hanno avuto risonanza sui media nazionali e che hanno portato a critiche verso l'amministrazione comunale della Perla Verde, accusata di aver dato troppo risonanza al momento dell'inaugurazione, portando così i passanti a partecipare all'evento e ad assembrarsi. Il sindaco Renata Tosi, in un'intervista a Tpi, ha però contrattaccato, parlando di "filmati artefatti e politicizzati", spiegando nel dettaglio: "i video si possono fare in diversi modi, non sto a disquisire, ormai conosciamo tutti il modo. Si possono allargare le immagini, prendere in un certo modo, così sembra che i presenti fossero tutti ammucchiati". Ha poi aggiunto: "Che ci fosse gente è indiscutibile, c’ero anche io tra la folla, ma eravamo tutti con mascherine in ogni caso, 10 minuti e poi via per la propria passeggiata". Il primo cittadino di Riccione ha quindi accusato il governatore provinciale Santi e il governatore regionale Bonaccini di aver strumentalizzato il video: "Riccione non è allineata al Pd, quindi tutte le occasioni sono utili per loro per sparare contro. Il presidente della Provincia Riziero Santi, per fare un nome, che credo sia uscito anche sui social, e anche il presidente della Regione. Sono arrivati alla Cavalleria grossa". 

LA REPLICA DEL PD RICCIONESE Nel pomeriggio di oggi (domenica 6 dicembre) la sezione riccionese del Partito Democratico ha attaccato il sindaco Tosi per l'intervista rilasciata a Tpi: "Immaginiamo che domani mattina il sindaco senza indugio alcuno si presenterà alla stazione dei carabinieri di Riccione per presentare un esposto contro ignoti o direttamente una querela contro il presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, il presidente della provincia di Rimini, Riziero Santi e contro il segretario del Pd di Riccione, per aver proditoriamente manomesso un filmato e averlo diffuso sui social network, con il preciso scopo di delegittimare il suo operato e la sua figura di sindaco di Riccione". In caso contrario, attacca la nota del Pd, "l'intervista segnerà il suo suicidio politico", in quanto, spiega la nota, "ha spudoratamente mentito alla sua città e ai suoi cittadini, inventandosi una puerile falsa e fantasiosa scusa di manomissione, visto che il filmato di cui ne adombra la manomissione comunista è stato in verità girato e diffuso, dal consorzio Viale Ceccarini, che certo non è un covo di bolscevichi".

 

< Articolo precedente Articolo successivo >