Giovedý 21 Gennaio15:21:26
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

L’associazione ‘TeamBota’ lancia il progetto ‘Toy Story’ per dare una seconda vita ai giocattoli

I bambini potranno donare i loro giochi in disuso destinati ai meno fortunati

Attualità Rimini | 10:40 - 05 Dicembre 2020 TeamBòta e i giocattoli raccolti TeamBòta e i giocattoli raccolti.

Il 5 dicembre, giornata mondiale del volontariato indetta dall’ONU, l’associazione TeamBòta ODV presenta il progetto Toy Story - Rendiamo i bambini protagonisti di questo Natale.

Toy Story nasce con l'obiettivo di creare uno spazio di condivisione tra tutti i bambini della città di Rimini.
In un momento storico in cui è impossibile un vero e proprio momento di incontro, saranno i giocattoli a permetterlo. Questo scambio avrà anche l’obiettivo di aiutare e di sostenere i bambini appartenenti alle famiglie più colpite dall’incertezza economica dovuta alla pandemia da COVID-19.

Tutti i bambini di Rimini potranno diventare protagonisti di questo Natale. Quello di dare una seconda vita ai giocattoli è un gesto ricco di significato, che permetterà di educare una nuova generazione di giovanissimi  volontari che potranno fare della solidarietà una buona consuetudine.
Il progetto ha come asse portante il modello dell’economia circolare, che attraverso i principi della redistribuzione permetterà anche di ridurre l’impatto ambientale che essi causerebbero se venissero smaltiti come rifiuti.


Sabato 12 Dicembre, presso la pizzeria Come stai?, Piazzetta San Martino 10, sede e quartier generale del TeamBòta, tutti i bambini di Rimini potranno donare i loro giocattoli affinché vengano destinati a bambini che stanno vivendo in una situazione di instabilità economica. Proprio a loro sarà chiesto di scrivere un augurio di buon Natale su dei biglietti che verranno raccolti e installati su un grande pannello, che avrà lo scopo di far risuonare la voce, le speranze e la felicità dei giovanissimi della nostra città.


Domenica 20 Dicembre, i giocattoli saranno a loro volta distribuiti alle famiglie in difficoltà presenti sul terri- torio, utilizzando 2 punti di consegna, il ristorante Come stai?e l’Emporio Solidale di Rimini.

“Sarà sicuramente un Natale anomalo, particolare, ma forse proprio per le circostanze che stiamo vivendo, ancora più sentito, nel segno di quei valori come solidarietà, vicinanza, comunità che questa drammatica pandemia ci ha portato in qualche modo a riscoprire - commenta la Vicesindaca Gloria Lisi – Ringrazio i ragazzi del TeamBòta per questa ennesima iniziativa, che va oltre il ‘semplice’ anche se mai banale gesto di solidarietà verso le famiglie in difficoltà. E’ infatti un’occasione per lanciare un messaggio soprattutto ai più piccoli sulla necessità di non distogliere lo sguardo dal prossimo e di come anche privarsi di qualcosa per regalare un sorri- so non solo non va vissuto come un sacrificio o con sufficienza, ma come un motivo per sentirsi parte di una collettività”

“E’ una soddisfazione enorme. - aggiunge Michele Lari, Presidente di TeamBòta - Essere riusciti a costruire una rete così solida attorno ad un progetto di questo tipo ci rende estremamente felici ed orgogliosi. I bambini sono coloro che in questo periodo hanno dovuto sacrificare la componente più importante della loro vita, il divertimento e la socialità. E’ per questo motivo che un progetto di tale portata assume un valore ancora più grande. Speriamo vivamente di regalargli un momento di gioia e di felicità, augurandoci che l’iniziativa possa essere un esempio positivo di solidarietà collettiva. Il ringraziamento va a tutto il TeamBòta, a tutte le realtà che hanno creduto nel progetto, e al Comune per averci supportato e appoggiato fin da subito”.

Tutti i bambini e le famiglie che desiderano dare una seconda vita ai loro giocattoli, potranno presentarsi sabato 12 Dicembre, dalle ore 10:00 alle ore 18:00 presso il ristorante Come stai? per la raccolta.
Prima del loro impacchettamento, i giocattoli verranno accuratamente selezionati, disinfettati ed igienizzati.

L’attività è sostenuta e patrocinata dal Comune di Rimini e dal Piano Strategico.
Organizzata grazie alla collaborazione di Volontàrimini, Caritas di Rimini, Emporio Solidale di Rimini, Come Stai?, Associazione Campolavoro Missionario, Unsic Rimini, Multiverso - un mondo di servizi. 

< Articolo precedente Articolo successivo >