Mercoledý 20 Gennaio06:58:41
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio, per l'Aic Mattia Zaccagni è il giocatore più votato del mese di novembre

Preferito a Ronaldo, Donarumma e Mkhitaryan. Un'altra stella a Bellaria dopo Bonini, Neri e Pari

Sport Bellaria Igea Marina | 14:04 - 04 Dicembre 2020 Mattia Zaccagni (foto dalla pagina Facebook del calciatore) Mattia Zaccagni (foto dalla pagina Facebook del calciatore).

Mattia Zaccagni, il calciatore di Bellaria che si sta mettendo in grande luce nel Verona, ha vinto per il mese di novembre il premio di calciatore del mese AIC: lo hanno votato tra quattro candidati i giocatori serie A, B e C.

Il trequartista del Verona l’ha spuntata su un tris di campioni: Cristiano Ronaldo, che a novembre ha segnato 5 gol in 200 minuti (più di un gol per tempo quindi); il portiere del Milan Gianluigi Donnarumma ritornato in grande spolvero ed il trequartista armeno della Roma Henrikh Mkhitaryan. Il riconoscimento è la ciliegina sulla torta di un mese di novembre speciale in cui spicca la convocazione in azzurro arrivata pochi minuti dopo il fischio finale della eccellente partita contro il Milan (2-2) e culminato con un'altra prestazione da incorniciare contro l'Atalanta (successo per 0-2) in cui ci ha messo alla grande il suo zampino: prima ha procurato il rigore di Veloso e poi ha realizzato la rete del raddoppio con un tiro a girare sul secondo palo dopo una invenzione per liberasi del suo marcatore.

Zaccagni è in cima a tutte le statistiche più importanti; ad esempio è il giocatore che subisce più falli grazie alla sua abilità di arrivare prima sulle palle vaganti, di anticipare l’avversario. E' l'uomo che sa regalare qualità e quantità alla squadra di Juric. Un top player a tutti gli effetti tanto da essere stato messo nel mirino dell'Inter nel prossimo mercato, se non da subito, ma piace molto anche alla Lazio (attenzione anche al Milan e alla Roma).

La sua crescita da quando ragazzino ha iniziato nelle giovanili dell’Hellas, pescato nel Bellaria Calcio, è stata esponenziale dopo la gavetta in Lega Pro a Venezia (nel 2014 collezionò 33 presenze, nel 2016 a Cittadella con 12). A completare il quadro, la scelta del tecnico Ivan Juric di piazzare Zaccagni nel ruolo che gli appare in questo momento più congeniale: trequartista alle spalle dell’unico attaccante. Dopo Bonini, Neri, Pari e altri, Bellaria ha l'onore di aver lanciato un altro campione.