Giovedý 21 Gennaio15:17:58
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Prostituzione: dopo il lockdown, a Rimini in cinque mesi 229 verbali

In fase di pubblicazione la nuova ordinanza contingibile e urgente a contrasto

Attualità Rimini | 12:56 - 03 Dicembre 2020 Foto di repertorio Foto di repertorio.

Arriva la nuova ordinanza del sindaco di Rimini, predisposta dal comando della Polizia Municipale, per il contrasto della prostituzione in strada.  L’ordinanza ricalcherà l’impianto del provvedimento già adottato per la stagione estiva, concentrandosi su quelle aree dove il fenomeno si registra con una maggiore intensità, tenuto conto anche delle segnalazioni arrivate dai cittadini. Con l’ordinanza precedente, in vigore dal 25 maggio al 31 ottobre, sono stati 229 i verbali elevati. «Nonostante il lockdown i servizi della Polizia Locale non si sono fermati, né rallentati – commenta l’assessore Jamil Sadegholvaad – Al contrario, oltre ai servizi legati alla prevenzione, presidio e controllo legate alla pandemia, la polizia locale ha tenuto alta l’attenzione sui campi di intervento da sempre presidiati, dal controllo per la sicurezza sulle strade fino alle attività antidroga, compreso l’attività a contrasto della prostituzione».  Attraverso l’ordinanza potranno essere puniti con una sanzione amministrativa pecuniaria fino a 500 euro (400 euro se pagati entro 60 giorni) tutti coloro che porranno in essere comportamenti diretti ad offrire prestazioni sessuali a pagamento e chi sarà sorpreso a richiedere informazioni a questi soggetti, concordando l’acquisizione di prestazioni sessuali a pagamento.

< Articolo precedente Articolo successivo >