Domenica 17 Gennaio03:31:32
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Non risponde a parenti, attimi di preoccupazione a Novafeltria. Lui dormiva

Un 80enne non rispondeva a telefono e citofono. Sul posto vigili del fuoco, carabinieri e 118

Cronaca Novafeltria | 15:01 - 02 Dicembre 2020 Foto di repertorio Foto di repertorio.

Capita spesso che durante i normali servizi di controllo, specialmente in questo periodo di pandemia unito all’arrivo della stagione fredda, i Carabinieri di Novafeltria, guidati dal capitano Carmelo Carraffa, si trovino a dover gestire richieste ed interventi particolari. E' quanto ad esempio è capitato ieri pomeriggio (martedì 1 dicembre), quando alla stazione dell'Arma feltresca si è presentato un uomo, preoccupato dal non riuscire a contattare, dalla mattina, lo zio ottantenne che vive in un appartamento di Novafeltria. Non rispondeva al telefono, né al campanello di casa, e la la porta risultava chiusa dall'interno. L'automobile dell'anziano era regolarmente parcheggiata, così i Carabinieri sono intervenuti assieme a i vigili del fuoco e al personale della Croce Verde, aprendo la porta e trovando l'anziano: era a letto e si era addormentato profondamente, forse dopo aver assunto qualche medicinale, e non aveva sentito né il campanello, né il telefono. "L’Arma di Novafeltria, attenta alle richieste di aiuto da parte della cittadinanza, inviata a contattare, in situazioni di necessità, i suoi presidi nonché il numero unico di emergenza 112", ricordano i Carabinieri di Novafeltria in una nota.