Mercoledý 20 Gennaio21:29:10
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini: ubriachi insultano e minacciano passanti in centro, all’arresto scattano anche calci e testate

Martedì pomeriggio gli agenti della polizia hanno tratto in arresto due giovani tunisini e denunciato un minorenne

Cronaca Rimini | 14:15 - 02 Dicembre 2020 Agenti della Polizia (foto di repertorio) Agenti della Polizia (foto di repertorio).

Due cittadini tunisini sono stati arrestati ieri pomeriggio (Martedì 1 dicembre) per resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato. I due si trovavano, intorno alle 17, nei pressi del mercato coperto di Rimini assieme a un minore. Tutti e tre erano visibilmente ubriachi e molestavano i passanti. Quando la Polizia è intervenuta,  hanno dato in escandescenze, aggredendo i poliziotti: uno di loro ha anche sfogato la sua rabbia, a calci e testate, contro l'automobile della Polizia. Sono stati portati in Questura e qui uno dei due tunisini maggiorenni ha continuato la sua condotta violenta, prendendo a calci ogni cosa si trovasse davanti. E' scattato così l'arresto per resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato. Tutti e tre sono stati sanzionati per le normative anti Covid, essendo senza mascherina. Il minorenne risulta anche indagato per gli stessi reati che hanno portato all'arresto dei connazionali. 


 

< Articolo precedente Articolo successivo >