Lunedý 18 Gennaio14:17:01
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Consiglio provinciale: ecco tutti i punti approvati. Una seduta densa di argomenti

Lunedì 30 novembre è stato presentato e approvato il Documento Unico di Programmazione 2021-2023

Attualità Rimini | 14:16 - 01 Dicembre 2020 La sede della Provincia di Rimini in via Dario Campana La sede della Provincia di Rimini in via Dario Campana.


Ieri (lunedì 30 novembre) il consiglio provinciale ha approvato a maggioranza il documento unico di programmazione 2021-2023, che si compone, spiega il presidente Riziero Santi, di una parte strategica per attuare le linee programmatiche di mandato e di una parte operativa: «Il documento unico di programmazione è la guida strategica e operativa dell'ente e il presupposto di tutti gli altri documenti di programmazione». Il consiglio provinciale ha dato poi il via libera al bilancio consolidato relativo all'esercizio 2019. Il risultato finale del consolidamento è un utile di 8,7 milioni di euro, con un incremento del patrimonio netto e una riduzione dell'indebitamento. Il bilancio, come è noto, ha il fine di rappresentare la situazione finanziaria e patrimoniale e il risultato economico della complessiva attività svolta dalla Provincia di Rimini attraverso le proprie articolazioni organizzative, i propri enti strumentali e le società controllate e partecipate: Agenzia Mobilità Romagna, Patrimonio Mobilità Provincia di Rimini, Romagna Acque, Acer, Rimini Congressi e Lepida. 

In tema bilancio approvata anche l'ultima variazione al bilancio 2020. Viene acquisito un ulteriore trasferimento dallo Stato pari a 2,382 milioni di euro, per compensare il minor gettito per IPT e addizionale su RC auto dovuto alla pandemia e che, in via prudenziale, viene accantonato in un apposito fondo in attesa di conoscere l’ammontare definitivo della perdita di gettito effettiva. La variazione prevede poi un incremento di risorse da 250 mila euro per l’adeguamento sismico dell’Istituto Valturio di Rimini e  uno da 150 mila euro per il ripristino del ponte al km 6+400 della SP 76 “Casteldelci”. Infine, 196 mila euro sono la somma che la Provincia destina al trasporto pubblico locale per coprire gli oneri dovuti al miglioramento del servizio e all’implementazione di Metromare, senza che quest’ultimo gravi sui Comuni non da esso attraversati.

Approvato quindi a maggioranza il Protocollo d'intesa con i Comuni di Santarcangelo e di Rimini per la progettazione, realizzazione e gestione dei lavori di messa in sicurezza dell’incrocio fra la via Padre Tosi, la via Antica Emilia e la SP 136 "Santarcangelo mare", mediante la realizzazione di una nuova rotatoria. La Provincia finanzia l’operazione, il cui capofila è il Comune di Santarcangelo, con 50 mila euro destinati a progettazione e procedure espropriative. Infine deliberata l'acquisizione di una porzione di terreno del demanio lungo la Strada Provinciale 49bis.