Sabato 23 Gennaio08:15:40
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Ristori al settore fieristico, sindaco di Rimini: "Un segnale, ma servono interventi strutturali"

Gnassi chiede di tutelare l'asse strategico della via Emilia Rimini-Bologna del sistema fieristico nazionale

Attualità Rimini | 13:57 - 01 Dicembre 2020 Andrea Gnassi, sindaco di Rimini Andrea Gnassi, sindaco di Rimini.


Il sindaco di Rimini Andrea Gnassi commenta il Decreto Ristori quarter e soprattutto la scelta di destinare 350 milioni al settore fieristico, per le perdite subite nell'anno 2020. 
«È però solo un segnale, un intervento che rischia di restare ‘monco’ se non accompagnato da interventi strutturali seri, tempestivi e soprattutto se potrebbero non essere sufficienti se, come sembra, queste risorse andranno a sbattere contro le norme europee sul regime de minimis, che disciplina le sovvenzioni economiche statali alle aziende - evidenzia Gnassi - se così fosse, le società fieristiche non potrebbero beneficiare dei fondi e non avrebbero dunque il ristoro necessario a compensare le perdite subite in questo lungo periodo di chiusura».  Gnassi chiede quindi «un progetto strutturato, solido, preciso che possa accompagnare con rigore il settore in questa fase di ricostruzione». Il primo cittadino riminese evidenzia quanto sia strategico l'asse della via Emilia tra Rimini e Bologna nel sistema fieristico congressuale nazionale e che tutelarlo significa «non solo rafforzare un settore strategico in vista delle sfide future sul mercato internazionale; significa anche difendere l’indotto di un’intera filiera e dei territori».

 

< Articolo precedente Articolo successivo >