Domenica 24 Gennaio20:49:12
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Buoni spesa, raddoppia la solidarietà alimentare a San Giovanni in Marignano

Oltre agli stanziamenti del Comune, sono arrivati da poco altri 110 mila euro da parte dello Stato

Attualità San Giovanni in Marignano | 10:55 - 01 Dicembre 2020 Foto di repertorio Foto di repertorio.


I Comuni italiani stanno ricevendo proprio in questi giorni le somme che il Governo ha stanziato per rinnovare la manovra di solidarietà alimentare a favore delle famiglie in difficoltà economica. A San Giovanni in Marignano sono destinati circa 55 mila euro che sono stati integrati nella manovra dell’amministrazione "Obiettivo famiglia". Così quelli già previsti per i buoni spesa subiranno un importante aumento nell’importo.

Il bando è uscito una settimana fa e recepirà le modifiche anche per le domande già pervenute, permettendo di dare una risposta ancora più incisiva alle famiglie.

Nello specifico saranno riconosciuti in buoni spesa i seguenti importi:

  • 1 componente: 200 €
  • 2 componenti: 250 €
  • 3 componenti: 350 €
  • 4 componenti 400 €
  • 5 componenti: 450 €


Fino al 23 dicembre gli uffici dei servizi sociali sono impegnati nella raccolta delle domande e nel dialogo diretto con i cittadini, per informare al meglio la comunità rispetto della nuova opportunità, ma anche per continuare il processo di vicinanza e conoscenza diretta dei cambiamenti della situazione socio-economica. L’assessora ai servizi sociali Michela Bertuccioli il 26 novembre ha incontrato numerose realtà associative attive da anni sul territorio marignanese, nell’intento di condividere i risultati dell'analisi dei questionari "San Giovanni, come stai?", il progetto "Obiettivo Famiglia" e anche spunti, consigli, pensieri, preoccupazioni. 

“Il tema della povertà- sottolinea l’amministrazione- è inserito nell’agenda amministrativa in maniera continuativa e da sempre, ma è anche evidente come oggi più di prima occorre un intervenire attraverso procedimenti più complessi e completi possibili. Tutto ciò può essere garantito solo un metodo inclusivo ed integrato. La rete creata tra Amministrazione comunale e realtà del Terzo Settore, antenne sensibili e attive sul territorio, permette di attraversare meglio la comunità, sia nel conoscerla che nel darle risposte. Durante l’Incontro si sono gettate le basi per un gruppo di lavoro permanente che progressivamente si strutturerà anche formalmente, diventando un importante punto di riferimento consultivo per le scelte future".

 

< Articolo precedente Articolo successivo >