Sabato 16 Gennaio09:42:38
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Screzi di coppie: finisce a pugni, la lite fuori dal Mon Amour

Un 39enne siciliano sarà processato, nonostante la procura avesse chiesto l'archiviazione

Attualità Rimini | 07:37 - 06 Dicembre 2020 Una pista da ballo Una pista da ballo.


Si sono dati appuntamento all'esterno del locale per un chiarimento, ma qualcosa è andato storto. Uno dei due è finito in ospedale e l'altro dovrà affrontare un procedimento penale: protagonisti della vicenda, avvenuta nel 2016, un 63enne riminese e un 39enne siciliano, da anni residente a Cattolica, la persona che avrebbe colpito l'altro con un pugno alla mascella. Il sostituto procuratore Paolo Bonetti aveva richiesto l'archiviazione dell'accusa di lesioni personali, ma il giudice ha disposto l'imputazione coatta del giovane, con il conseguente decreto di citazione a giudizio da parte dello stesso sostituto procuratore. I fatti risalgono al 5 marzo 2016: i due uomini avevano deciso di trascorrere la serata al Mon Amour, noto locale di Rimini, con le rispettive compagne, due donne all'epoca dei fatti cinquantenni, tra le quali però non correva buon sangue. Le due coppie dunque si incontrarono casualmente. A un certo punto della serata i due uomini uscirono dal locale e furono poi ritrovati dalle compagne: uno sanguinante, l'altro con macchie di sangue sulla camicia. A quel punto intervenne una pattuglia della Squadra Volante, che procedette con l'identificazione delle parti. Il 39enne è difeso dall'avvocato Valentina Baroni.