Giovedý 21 Gennaio15:16:49
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Panchine rosse contro la violenza alle donne: a Rimini donata al carcere da un detenuto

A Misano sono state invece installate nove panchine

Attualità Rimini | 12:57 - 28 Novembre 2020 La panchina rossa preparata da un detenuto del carcere Casetti (in gallery una delle panchine inaugurate a Misano) La panchina rossa preparata da un detenuto del carcere Casetti (in gallery una delle panchine inaugurate a Misano).

Venerdì 27 novembre al carcere Casetti di Rimini è stata inaugurata una panchina rossa contro la violenza sulle donne a simbolo dell'impegno che gli operatori penitenziari e del territorio intendono dedicare alla costruzione di una rete di servizi per il trattamento degli uomini maltrattanti sia all'interno del carcere sia in misura esterna. La panchina è stata realizzata da un detenuto.

PANCHINE ROSSE A MISANO  A Misano, su iniziativa della Commissione Pari Opportunità e grazie alla collaborazione di tutti i comitati, del gruppo scout Misano 1, alle firme di Monica Bologna e Andrea Criscione, e dei giovanissimi Beatrice e Lorenzo,  sono state installate 9 panchine rosse dislocate su tutto il territorio. In ognuna di esse apposta una targa con il numero nazionale antiviolenza 1522, in modo da offrire non solo uno strumento di prevenzione, ma anche un’informazione utile per chi si dovesse trovare in difficoltà. Il progetto “Uniti da un filo di rosso” è stato presentato questa mattina, in piazza Repubblica, alla presenza delle autorità comunali e la Commissione Pari Opportunità, la Provincia di Rimini e l’Associazione Mondo Donna Onlus e Chiama Chiama. “La panchina rossa – spiega il Vicesindaco e Assessore ai servizi sociali Maria Elena Malpassi - simboleggia il posto occupato nel mondo da una donna vittima di violenza che non c’è più. E’ un’assenza rumorosa che serve a ricordarci che la violenza in ogni sua forma- fisica, psicologica, sociale e anche economica- nella maggior parte dei casi avviene dietro porte di case simili alla nostra”.
 

< Articolo precedente Articolo successivo >