Luned́ 18 Gennaio12:03:18
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Emilia-Romagna verso la zona gialla? Bonaccini ottimista, ma pesa il prossimo Dpcm

La regione potrebbe cambiare colore dal 4 dicembre. Tutta Italia con il fiato sospeso

Attualità Emilia Romagna | 11:35 - 27 Novembre 2020 Il presidente della Regione Stefano Bonaccini Il presidente della Regione Stefano Bonaccini.


Non il 25, e nemmeno il 31. Quest'anno la data di dicembre più attesa dell'anno è probabilmente giovedì 3 dicembre, giorno in cui il presidente del consiglio Giuseppe Conte firmerà il nuovo Dpcm (con possibile entrata in vigore già da venerdì 4, ndr) con le misure previste per contenere la crescita dei contagi da nuovo coronavirus nel periodo delle festività natalizie. Tra le ipotesi una colorazione più uniforme tra le regioni, su cui però peserà il veto sugli spostamenti (la discussione è ancora infuocata).

L'Emilia-Romagna è arancione ormai da due settimane e si vede che le restrizioni stanno avendo effetto, visto il calo generalizzato, graduale seppur lento, dei casi in tutta la regione. Così ospite del programma "Omnibus" in onda su La7, il presidente Stefano Bonaccini ha affermato che «stando ai numeri potremmo diventare zona gialla, penso già dalla prossima settimana». Questo significherebbe spostamenti più elastici, riapertura giornaliera di bar e ristoranti, tra le altre cose. Una conversione attesa da molti colleghi di altre parti d'Italia, come Piemonte e Lombardia, due delle regioni più critiche.

Intanto grazie alla nuova ordinanza regionale da domenica riapriranno i negozi, questo per favorire gli acquisti e quindi il circolo dell'economia, perlomeno a livello locale. Al momento il nodo scuole resta irrisolto: si attende una decisione a livello nazionale.