Giovedý 28 Gennaio06:05:54
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Poliziotti accerchiati a Rimini, il Sap: "Basta lasciare spazio agli allergici alle divise"

Il segretario provinciale Mazzini: video manipolati per mettere in cattivo risalto le forze dell'ordine

Attualità Rimini | 16:16 - 26 Novembre 2020 Foto di repertorio Foto di repertorio.


L'episodio dei poliziotti accerchiati in Corso d'Augusto a Rimini, mentre erano impegnati a identificare tre giovani sorpresi senza mascherina, preoccupa il Sindacato Autonomo Polizia, che in una nota evidenzia: "Fatti che ci dimostrano che le contestazioni contro chi veste una divisa sono quanto mai un fatto concreto. Sono ricorrenti eventi di questo tipo che non vanno assolutamente imitati o giustificati".Il segretario provinciale Roberto Mazzini constata: "Sempre di più si stanno lasciando ampi spazi agli allergici alle divise e ai vogliosi di disordine sociale che soffiano sopra ogni brace per riaccendere il fuoco chi veste l’uniforme". Mazzini lancia inoltre l'allarme su alcuni video che circolano, "in cui si cerca di mettere in cattiva luce l’operato degli agenti". Nel dettaglio, spiega, "filmati creati ad hoc con atti di disobbedienza alle leggi, cercando di far emergere situazioni di difficoltà operativa degli agenti montando sapientemente le scene, modificando ciò che veramente accade". "Battaglia" storica del Sap è quella di ottenere, per le forze dell'ordine, telecamere sulle divise, negli uffici e nelle vetture di servizio, al fine di tutelare gli operatori, "ristabilendo la corretta e veritiera versione dei fatti".
 

< Articolo precedente Articolo successivo >