Domenica 17 Gennaio07:24:43
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Turismo, VisitRimini cerca video dei "posti del cuore"

"Un primo passo nella creazione di una rete di greeters (guide volontarie) a Rimini"

Turismo Rimini | 09:23 - 26 Novembre 2020 Il ponte Tiberio Il ponte Tiberio.

Un maestro di yoga, una bambina, un musicista, un pescatore. Sono alcuni dei protagonisti della nuova campagna promossa da VisitRimini e dedicata ai luoghi del cuore. Un racconto di condivisione dell’esperienza di bellezza e serenità che consente di raggiungere tutti i fan della città.  Il progetto consiste nella pubblicazione sui canali social di VisitRimini, di un primo set di sei video, nei quali i protagonisti raccontano il loro luogo preferito di Rimini.

Uno stile comunicativo rispettoso del momento particolare, che origina dall’idea di far raccontare Rimini da parte di chi in questo momento la vive, attraverso il luogo della città che più lo rappresenta e lo fa stare bene, quello che ha la capacità, e a volte il potere magico, di rasserenare, di scaldare il cuore, di regalare felicità: un collage di emozioni autentiche che intrecciano identità, meraviglia, scoperta. Ecco così l’insegnante di yoga ispirato dalla piazza sull’acqua al Ponte di Tiberio, la bimba libera di correre tra la spiaggia e il Parco del mare, la guida turistica innamorata del Borgo San Giuliano o dell’epoca malatestiana, il violinista pieno d’emozione al Teatro Galli.

"Si tratta di un progetto caratterizzato dall’impatto emotivo, dal punto di vista più intimo e personale e dalla spontaneità – afferma Valeria Guarisco, destination manager – che siamo certi possa innescare una condivisione significativa, fondata sull’autenticità".

Tutti i video, che saranno pubblicati sui canali social di VisitRimini (Facebook, Instagram, YouTube), terminano con l’invito a raccontare il proprio posto del cuore, con l’obiettivo di raccogliere numerosi sguardi differenti sulla città, per costruire un vero e proprio percorso dell’identità e dei sentimenti capace di generare emozioni, ispirare e far sognare, arricchendo al contempo il valore della destinazione e dell’esperienza che si può vivere a Rimini.

"Il coinvolgimento dei narratori in questo progetto - spiega Valeria Guarisco - è un primo passo nella creazione di una rete di Greeters a Rimini. Visto il periodo particolare, i primi tour della città accompagnati dai cittadini saranno online, attraverso un racconto che diventerà reale e fisico appena possibile, proprio per far vivere ai turisti la città in maniera autentica. Ed ecco che la bambina, il musicista, i pescatori e l’insegnante di Yoga si tramutano nei primi Greeters “virtuali” della città di Rimini".

Ma chi sono i Greeters? L’attività dei Greeters si basa sul concetto che tutti i viaggiatori ricercano in occasione dei loro viaggi: gli elementi che caratterizzano le tradizioni e la cultura di un popolo. È infatti desiderio di tutti coloro che visitano una località comprendere i valori di quella particolare città, la sua storia anche attraverso le relazioni personali con i residenti. A Rimini, l’intero impianto turistico si regge sulla storica capacità di relazione ed accoglienza della comunità locale. Ed è proprio da qui che parte la campagna di VisitRimini, che vuole mettere in evidenza lo stile riminese dell’accoglienza, incoraggiando l’incontro dei locali con i turisti che vogliono scoprire il territorio attraverso il racconto di chi la vive quotidianamente.

Raccontare il proprio luogo del cuore è semplice: basta andare sul sito https://bit.ly/riminiluoghidelcuore, inserire alcuni dati personali e inviare il proprio racconto, con video o foto del proprio posto preferito. Tutto il materiale raccolto servirà nella comunicazione di VisitRimini per arricchire il rapporto tra la città e chi ci segue in questo periodo così particolare.