Lunedì 25 Gennaio03:01:51
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Bellaria dona addobbi a cento negozi aperti e pannelli di promozione turistica a quelli sfitti

Decine e decine le attività che hanno raccolto l’invito in vista del natale

Attualità Bellaria Igea Marina | 10:52 - 24 Novembre 2020 Natale 2019 a Bellaria - Foto Federica Giorgetti Natale 2019 a Bellaria - Foto Federica Giorgetti.


Ha risposto “presente” il mondo economico e commerciale di Bellaria Igea Marina alle proposte dell'amministrazione per sostenere esercizi ed attività. La prima è rivolta a quelle attività commerciali che non sono già direttamente coinvolte negli addobbi promossi ai vari livelli associativi o interessate dalle luminarie natalizie pubbliche. A chi ne ha fatto richiesta, l’amministrazione fornirà un addobbo luminoso analogo a quelli impiegati nell’illuminazione pubblica, da installare all’esterno dell’attività. Un centinaio le realtà che hanno aderito. “Un progetto che ha raccolto un interesse diffuso ed eterogeneo”, spiega il sindaco Filippo Giorgetti, “comprese anche attività delle zone artigianali, esercizi a carattere periodico o stagionale, che si sono interessati per dare il proprio contributo alla causa. I prossimi giorni”, continua, “saranno dedicati alle varie installazioni, in modo tale da allineare l’accensione di questi arredi “extra” all’accensione delle luminarie natalizie della città, prevista per sabato 5 dicembre".

Positivo anche l’interesse registrato dalla messa a disposizione di teli in pvc da apporre sulle vetrine degli immobili sfitti con foto e altri contenuti a matrice turistica. “Anche per trasmettere”, ribadisce oggi il primo cittadino, “l’idea che quando questo momento sarà finalmente alle spalle, Bellaria Igea Marina ed i suoi operatorio ci saranno con l’energia e la bellezza di sempre.” Una decina i titolari che hanno aderito e che presto potranno installare i teli all’esterno dei propri immobili, “tutti collocati nei due centri commerciali naturali di Bellaria e di Igea Marina, come previsto in questa fase sperimentale del progetto. Iniziative che hanno catalizzato un interesse positivo da parte di un mondo, quello economico e commerciale, che sta pagando un tributo alto alla lotta contro il Covid-19. Resta forte la volontà di sostenere il più possibile attività, che in una realtà come la nostra, sono spesso a conduzione locale e famigliare. Positiva inoltre”, aggiunge e conclude, “la genesi dei due progetti, nati nel tavolo di confronto con CNA, Confartigianato, Confcommercio e Confesercenti, e valorizzati dalla condivisione delle realtà associative: Isola dei Platani, che per prima ne ha sposato lo spirito, cui ha fatto seguito il lavoro prezioso di Viv’Igea e Nuova Cagnona".
 

< Articolo precedente Articolo successivo >