Mercoledý 20 Gennaio17:55:09
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Riccione all'attacco del metromare: 'Debiti che sono cambiali in bianco firmate dai cittadini"

Duro attacco dell'assessore Santi: "Che fine ha fatto il bando sul trasporto pubblico?"

Attualità Riccione | 16:04 - 20 Novembre 2020 Metromare (foto di repertorio) Metromare (foto di repertorio).


L'amministrazione comunale di Riccione torna all'attacco del Metromare, parlando, attraverso la voce dall'assessore al bilancio Luigi Santi, «Di debiti del Trc (metromare, n.d.r.) come cambiali in bianco che si chiede di firmare sulle spalle dei cittadini contribuenti». Riccione ha votato contro il bilancio consuntivo di Agenzia Mobilità Romagna e impugnerà la spesa preventivata: un milione di euro alla voce contributo per affidamento servizio Metromare, con 200.000 euro richiesti a Riccione. «Impugneremo questa spesa perché si tratta di un pozzo senza fondo visto che non si è potuto neanche sapere quanto sarà preventivato come costi Trc nel 2021 in Agenzia Mobilità Romagna», attacca Santi, che evidenzia: «A questo punto conti alla mano, nel 2020 il Trc è già costato due milioni, nel 2021 sappiamo che Patrimonio Mobilità Provincia di Rimini ha preventivato un milione e poi c'è l'incognita che pesa su Agenzia Mobilità Romagna, perché non si è risolto il nodo di Start che non intende pagare per l'uso dell'infrastruttura».   L'assessore Santi chiede infine lumi sul bando per il trasporto pubblico locale: «L'ultima gara è stata nel 2006 si sta procedendo con proroghe su proroghe. Ma la legge nel 2017 impone la gara perché la libera concorrenza per tutelare i consumatori è ormai un dato acquisito, ma a quanto pare non per tutti. Per noi la gara è una priorità per garantire non solo un servizio efficiente ma anche costi giusti» .


 

< Articolo precedente Articolo successivo >