Giovedý 03 Dicembre14:18:31
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

La mitica società sportiva Juvenes Tennistavolo. Amarcord dopo 40 anni. Le foto

Il Tennistavolo sammarinese nei primi anni si svolgeva prevalentemente a livello amatoriale ovunque e nelle Parrocchie

Sport Repubblica San Marino | 15:58 - 19 Novembre 2020 Foto storica Tennistavolo sammarinese Foto storica Tennistavolo sammarinese.


Nel libro dei ricordi, tra gli aneddoti della Società Sportiva Juvenes di Serravalle, fondata nel 1953, un capitolo importante è rappresentato dal Tennistavolo. Il movimento pongistico sammarinese muove i primi passi ufficiali con la fondazione della Federazione Sammarinese Tennistavolo (Fstt) nel 1981. Un inizio difficile con tanti ostacoli e problemi da affrontare con risolutezza. La Fstt parte da “zero” non avendo nessun tavolo omologato da gioco, palline, attrezzature e impianto sportivo per le prime attività;  i primi aiuti vennero dall’”esterno”, tramite la Società Tennistavolo Senigallia e la Federazione Italiana Tennistavolo (Fitet), presieduta da Vito Penna. Fu un tecnico professionista di fama mondiale, il cinese Diao Wen Yuan, a donare il primo tavolo da gioco omologato con transenne.  In seguito intervenne con decisione la Fitet,  dopo che a Roma si svolse una riunione del Consiglio Federale Fitet in cui furono invitati i dirigenti dell’epoca - il prsidente Pier Luigi Bacciocchi e il vicepresidente Gian Battista Silvagni, che andarono ad  illustrare le problematiche e le criticità esistenti. Da quell'incontro ebbe inizio una proficua e positiva collaborazione tra le due Federazioni Fitet e Fstt, infatti furono donati 9 tavoli da gioco (Lupo Sport) e transenne; fu sottoscritta una Convenzione di collaborazione e cooperazione con l’elargizione  di anche un contributo economico alla Fstt. Invece a San Marino, per essere riconosciuta dal Cons, la Federazione Sammarinese Tennistavolo (Fstt) dovette presentare per ben due volte la richiesta per il riconoscimento da parte del Consiglio Nazionale, la prima volta fu respinta e la seconda accolta senza capirne le reali e valide motivazioni alla prima bocciatura.

Il Tennistavolo sammarinese, prima della fondazione della Fstt, si svolgeva prevalentemente a livello amatoriale ovunque e nelle parrocchie senza cognizioni tecnico agonistiche, ma solo per divertimento; la Juvenes Tennistavolo invece, quando si affilia ufficialmente alla Fitet tramite il Comitato Regionale Fitet Emilia Romagna, il 4 febbraio 1983, per poi passare nel corso degli anni al Comitato Regionale Fitet Marche, svolgeva già attività pongistiche amatoriali fin dagli anni cinquanta con il Centro Sportivo Italiano (CSI) partecipando ai Tornei CSI e promuovendo Tornei parrocchiali a Serravalle. I primi giovani che si avvicinarono alla Juvenes Tennistavolo svolgevano attività partecipando ai primi Campionati a Squadre, Tornei Regionali e Nazionali della Fitet, allenandosi in condizioni precarie e svolgendo gli incontri dei diversi Campionati a Squadre nel Teatro Sant’Andrea di Serravalle con comprensibili difficoltà. In seguito tutte le attività si trasferirono nella Palestra Scuole Elementari di Dogana per diversi anni, poi si passò in un capannone della Titangres, poi ancora nella ex bovaria di Galazzano trasformata in Centro Federale Fstt e ora nella mini Palestra del Multieventi Sport Domus di Serravalle, che era già stata assegnata al Tennistavolo all’epoca della inaugurazione del nuovo impianto polifunzionale del Multieventi, con delibera del Congresso di Stato, ma mai utilizzato a quel tempo; insomma la disciplina del tennistavolo aveva assunto la caratteristica dei “ nomadi della racchetta”. Ora la Società Sportiva di Serravalle svolge le proprie attività pongistiche con una notevole programmazione  e con la presenza in diverse categorie dei Campionati a Squadre Nazionali e Regionali, ai Tornei Nazionali e Regionali della Fitet ottenendo brillanti e positivi risultati che gratificano il lavoro dei Tecnici con la sapiente guida del Maestro Claudio Stefanelli (Cledi) con il costante impegno e dedizione dei propri pongisti di cui la Juvenes è pienamente soddisfatta.

Anche l’intensa attività internazionale, seguita e curata dalla Fstt, continua sempre a regalare belle soddisfazioni con risultati di rispetto: le medaglie ai Giochi dei Piccoli Stati d’Europa, ai Campionati Mondiali, Europei, ai vari Tornei internazionali Ettu e Ittf  dove gli atleti/e biancoazzurri figurano sempre bene con soddisfacenti e positive  prestazioni.