Giovedý 26 Novembre11:04:03
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Un'imprenditrice filantropica riminese offre gratis il suo locale agli artisti in difficoltà

Severine Isabey come Madame de Rambouillet: "Apro le porte del mio bistrot per non far spegnere l'arte"

Attualità Rimini | 10:45 - 19 Novembre 2020 Severine Isabey del Mamì bistrot di Rivabella Severine Isabey del Mamì bistrot di Rivabella.


Il Mamì Bistrot di Rivabella a Rimini seleziona artisti in genere per farli esibire - quando sarà di nuovo possibile - nella sua nuova sala teatro di via Toscanelli. "Più che una selezione, il nostro progetto è quello di aprire le porte del locale a tutte quelle figure che, con interessi e sensibilità diverse, avvertano il bisogno di condividere la loro passione per qualsiasi forma d'arte - spiega la titolare della baguetteria riminese Severine Isabey. - Non stiamo facendo casting per un calendario eventi ma vorremmo offrire, in forma del tutto gratuita, i nostri spazi a chiunque ne abbia bisogno".

Animata da uno slancio filantropico, Isabey intende aprire il suo locale al mondo delle arti per far sì che, anche in un periodo incerto, non si spenga l'inestimabile fiammella riminese dell'ispirazione artistica e della creatività. "Un'iniziativa con la quale vorremmo provare ad aiutare concretamente tutte quelle figure che orbitano nel mondo dell'arte e della cultura e che, per colpa di questa emergenza pandemica, non hanno trovato negli ultimi mesi occasioni di condivisione e di visibilità". A locale chiuso c'è sicuramente lo spazio per pensare a questa e altre iniziative.

L'invito è rivolto ad associazioni ricreative e culturali, artisti solitari delle più disparate discipline, musicisti, fotografi, pittori, creativi e chiunque abbia qualcosa di artistico o di culturale da condividere con la città. Tutti gli interessati possono contattare il Mamì Bistrot attraverso la sua pagina facebook.