Mercoledý 25 Novembre09:39:44
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

FOTO A Rimini lo sciopero dei dipendenti di E-Distribuzione in via Covignano

Sul piatto della contrattazione carico di lavoro, assunzioni e adeguati riconoscimenti

Attualità Rimini | 09:11 - 19 Novembre 2020 Lo sciopero di alcuni dipendenti di E-Distribuzione in corso in via Covignano a Rimini Lo sciopero di alcuni dipendenti di E-Distribuzione in corso in via Covignano a Rimini.


È in corso lo sciopero dei dipendenti di E-Distribuzione in via Covignano a Rimini, indetto dalle sigle sindacali Filctem CGIL, Flaei CISL e Uiltec UIL dopo oltre un mese di blocco dello straordinario e di assemblee in tutte le sedi operative. A suon di “Accendiamo il buon lavoro e spegniamo le esternalizzazioni”, “ENEL più appalti=più disagi”, i lavoratori aderenti incroceranno le braccia per le prime quattro ore di lavoro perché “Stanchi della situazione che stanno patendo i tanti lavoratori e visto il perdurare dell’indifferenza aziendale rispetto alle problematiche presenti, scioperare è stata la scelta obbligata, non per avanzare richieste economiche ma per difendere un servizio pubblico essenziale nell’interesse generale del Paese. Nonostante la carenza di personale, i lavoratori e le lavoratrici di E-Distribuzione si sono fatti carico di questo servizio essenziale, nel silenzio e nel disinteresse generale, in primis della politica. Si calcolano picchi di ore di straordinario annue pro capite di 900 ore, dato confermato anche a Rimini. Questo non può perdurare”. L'azienda, costola di Enel, conta oltre 15 mila dipendenti in Italia di cui 69 dislocati in provincia di Rimini.
 

"Servono nuove assunzioni di giovani, anziché portare importanti attività all’esterno, una decisa sferzata nei rapporti sindacali e il giusto riconoscimento all’impegno che tutti i lavoratori e le lavoratrici di quest’azienda svolgono con coraggio e silenziosa abnegazione". Lo sciopero, in corso anche nelle sedi di Parma e Piacenza, è trasmesso in diretta streaming qui.