Mercoledý 25 Novembre20:03:39
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Sorpreso all'una di notte, ragazzo mostra documento d'identità di un pensionato

Insieme a un amico, un 33enne peruviano è stato trovato al Parco Cervi durante il coprifuoco

Cronaca Rimini | 11:49 - 15 Novembre 2020 Controlli della Polizia di Rimini al Parco Cervi Controlli della Polizia di Rimini al Parco Cervi.

Sono stati fermati dagli agenti della polizia di Stato al Parco Cervi mentre passeggiavano all’una e mezza di notte, ignorando la misura del coprifuoco: sono finiti così nei guai due cittadini peruviani, di 33 e 37 anni, che non hanno saputo giustificare la loro presenza all’aperto di notte.

I due, alla richiesta dei documenti per l’identificazione, hanno detto di non averne. Quindi gli agenti li hanno invitati a salire in auto per gli accertamenti di rito ma, a quel punto, uno di loro, il 33enne, ha estratto dalle tasche un portafogli e mostrato una patente di guida: peccato che il documento fosse intestato ad un uomo di 76 anni.

Inoltre al’interno sono state trovate una tessera sanitaria e una tessera di un supermercato appartenenti sempre al signore, un bancomat intestato ad una donna, un libretto degli assegni: insomma un ‘pot-pourri’ di documenti evidentemente non appartenenti al peruviano. Per quest’ultimo è scattata la denuncia per ricettazione ed entrambi sono stati sanzionati per la violazione della normativa anti Covid.