Giovedý 03 Dicembre02:48:10
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Cattolica: sicurezza, attivate nuove telecamere. Ecco le aree di priorità

Intanto il Comune si candida ad un nuovo bando per creare ulteriori varchi d'accesso

Attualità Cattolica | 14:28 - 13 Novembre 2020 Nuove telecamere di videosorveglianza Nuove telecamere di videosorveglianza.

Sono state attivate le nuove telecamere di videosorveglianza installate sul territorio di Cattolica. E' stato implementato il sistema di vigilanza sull'area e monitoraggio dei transiti (sistema Scnnt) nell’area urbana cittadina. Il lavoro, redatto dai tecnici comunali, ha consentito di accendere diversi “occhi” in varie zone del territorio. Nel dettaglio si tratta di due telecamere per il parcheggio del cimitero, due anche per Piazza delle Nazioni, una all'ingresso del parco fiume Conca, dieci telecamere al Parco della Pace e nove per l'area di Piazza Repubblica. A queste si aggiungono i monitoraggi transiti veicolari in Via Allende ed in Corso Italia.

Contestualmente è stata allestita la centrale operativa presso il locale comando della Polizia Municipale mentre il CED (Centro eleborazione dati) di Palazzo Mancini si è occupato del sistema hardware e software necessario alla gestione. Per la realizzazione del sistema di videosorveglianza era prevista una spesa di 250mila euro cofinanziata al 50% dal Ministero dell’Interno.

«Sono particolarmente soddisfatto commenta il Sindaco Mariano Gennari dell'avvio di questo ulteriore sistema di vigilanza e monitoraggio del territorio. Il tema della sicurezza ci sta particolarmente a cuore ed è molto sentito dalla cittadinanza. L’implementazione del sistema di video sorveglianza rappresenta un tassello ulteriore per garantire la serenità sul nostro territorio oltre ad essere uno strumento utilissimo alle nostre Forze dell’Ordine. È stato fatto un ottimo lavoro di squadra, frutto di programmazione anche da parte dell’Amministrazione che ha avuto la lungimiranza di impegnare i fondi a bilancio per la realizzazione di questo progetto. Siamo al lavoro per reperire ulteriori fondi attraverso un nuovo bando dello stesso Ministero dell'Interno, esiste già un progetto per poter creare ulteriori monitoraggi ai varchi cittadini».