Mercoledý 02 Dicembre06:53:50
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Covid Novafeltria: sindaco Zanchini, "Monitoriamo uscite scuola e il mercato del lunedì"

Il primo cittadino evidenzia comunque "il senso di responsabilità di cittadini ed esercenti"

Attualità Novafeltria | 20:23 - 11 Novembre 2020 Stefano Zanchini Stefano Zanchini.

Il sindaco di Novafeltria Stefano Zanchini, in una nota, annuncia che la Casa Residenza Anziani tornerà ad ospitare pazienti Covid, prevalentemente asintomatici, in attesa che il tampone attesti la loro negatività, come già avvenuto lo scorso marzo. Il primo cittadino novafeltriese sottolinea "lo spirito di coesione, di collaborazione e condivisione delle misure" mostrato da Novafeltria e dall'Alta Valmarecchia in questo momento di emergenza sanitaria, con il punto di Primo Intervento dell'ospedale Sacra Famiglia che "sta gestendo molto bene il triage dei pazienti che accedono" e lo stesso nosocomio chiamato ad accogliere pazienti da tutta la provincia, al fine di lasciare posti letto per malati Covid all'ospedale Infermi di Rimini. Zanchini elogia anche i propri cittadini: "Come sindaco mi sento di affermare che a Novafeltria prevale il senso di responsabilità dei cittadini e degli esercenti e si stanno rispettando le regole anche nei rapporti interpersonali". Ma la guardia non viene e non deve essere abbassata: "Stiamo monitorando e controllando le uscite dalle scuole, il servizio dei trasporti scolastici e il mercato del lunedì dove, se vogliamo mantenerlo, deve continuare la massima collaborazione fra i cittadini e gli ambulanti". Infine il primo cittadino novafeltriese esprime "chiara e forte" solidarietà "a tutti i colleghi sindaci che in questi giorni hanno ricevuto lettere intimidatorie", aggiungendo: "Siamo tutti impegnati e al servizio delle nostre comunità e in un periodo difficile anche amministrativamente deve prevalere il senso di responsabilità, il rispetto delle regole, il principio di appartenenza ad un unico territorio dove si prendono scelte condivise nell’interesse comune. Ogni forma di minaccia va respinta e condannata".