Giovedý 26 Novembre18:59:35
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Sindaco Riccione: "Basta tentennare: se serve, chiudere. Ma pianificare subito per Natale"

L'invito al governatore regionale Bonaccini: "In zona gialla per prendere tempo per preparare la nuova stretta"

Attualità Riccione | 17:41 - 10 Novembre 2020 Renata Tosi, sindaco di Riccione Renata Tosi, sindaco di Riccione.


Il sindaco di Riccione Renata Tosi invita il governatore Bonaccini ad assumere senza esitazioni misure fondamentali per frenare la crescita dei contagi da nuovo coronavirus e per ridurre la pressione sugli ospedali, lamentando una certa confusione, "fumo negli occhi sapendo già quali sono le misure inevitabili da adottare, ma che non si ha il coraggio di prendere", spiega. In pratica la classificazione della regione Emilia Romagna in zona gialla è stata, per il sindaco, "un prendere tempo per preparare il terreno a una nuova stretta", già decisa, e non dovuta all'affollamento delle vie dello shopping che peraltro, evidenzia Tosi, era prevedibile con la chiusura dei centri commerciali, quanto semplicemente al continuo aumento dei casi sul territorio. Renata Tosi è pronta a fare chiarezza con gli imprenditori, convocando le categorie della città: "Con la loro collaborazione chiederò ancora una volta un aiuto in merito al rispetto delle attuali regole e di quelle che la Regione deciderà". Ma, spiega, "non più sacrifici a fondo perduto": alla stretta deve seguire la programmazione della ripresa che Riccione vede già nel periodo delle festività di Natale, evidenziando: "Per il nostro sistema  economico le feste di Natale sono un periodo che può far lavorare e garantire i mesi invernali più duri". In chiosa alla nota, il primo cittadino di Riccione esprime solidarietà al sindaco di Rimini Gnassi, per la lettera di minacce ricevuta: "In questo momento il mio pensiero e quello della mia amministrazione va a lui perché simili fatti non dovrebbero agitare ancora di più un momento storico così difficile per tutti noi".