Venerd́ 27 Novembre16:00:07
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Riccione, nuova palestra da 990mila euro. Lavori al via nei primi mesi del 2021

Completamente finanziata la nuova struttura sportiva di viale Ionio

Attualità Riccione | 14:42 - 10 Novembre 2020 Foto di repertorio Foto di repertorio.

E' stata completamente finanziata la nuova palestra di viale Ionio, il bando di gara è già concluso e al momento sono in corso le verifiche di legge sulla ditta che ha vinto l'appalto. Il progetto per i lavori alla palestra della scuola secondaria di primo grado “Fratelli Cervi” di via Ionio, quartiere Fontanelle, inseriti nel piano Triennale dei lavori pubblici 2020-2022, prevede un investimento complessivo di 990.000 euro, di cui 253.000 euro stanziati dal MIUR a fondo perduto, mentre il restante sarà finanziato da un mutuo speciale per scuola e lo sport a tasso zero. Come già illustrato la nuova struttura ricalcherà le caratteristiche di quella recentemente realizzata in via Alghero. "La nuova palestra di viale Ionio, sorgerà sul sito dove verrà abbattuta l'esistente e sarà ricostruita ex novo seguendo i criteri di un basso impatto ambientale - ha detto l'assessore ai Lavori Pubblici, Lea Ermeti -, con l’utilizzo di materiali ecosostenibili, a limitato consumo di energia dell’edificio, sia per il riscaldamento, il raffreddamento e l’illuminazione. Sarà dotata di nuovi spogliatoi e sarà realizzata tenendo conto dell’acustica con miglioramenti da effettuare sui rumori provenienti dall’esterno. L'edilizia scolastica con il gran numero di opere messe in campo da questa amministrazione è diventata il fiore all'occhiello della città di Riccione, dove la società civile, la comunità di cittadini e i nostri ragazzi possono effettivamente usufruire di strutture all'avanguardia. Con l'assessore ai Servizi educativi Alessandra Battarra incontreremo presto il dirigente scolastico per definire le modalità di intervento al fine creare meno disagi possibili agli studenti". 
Punto fondamentale della nuova palestra di viale Ionio sarà l'assenza totale di barriere architettoniche e tecnologie aggiornate per gli impianti che consentiranno alla struttura di essere fruibile, sia per gli studenti durante l’attività didattica, che per le associazioni sportive nelle ore serali e pomeridiane.