Sabato 28 Novembre23:20:35
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Cresce il nuovo centro per le famiglie di Bellaria con progetti di lingua e per bambini con Dsa

Saranno tutti servizi gratis, ma con prenotazione obbligatoria

Attualità Bellaria Igea Marina | 11:26 - 10 Novembre 2020 Cresce il nuovo centro per le famiglie di Bellaria con progetti di lingua e per bambini con Dsa

Cresce ancora l’offerta gratuita messa a disposizione dei cittadini di Bellaria Igea Marina presso il nuovo Centro per le famiglie “Giovanni Paolo II”. Partirà mercoledì 11 novembre “My first English Book”, mini ciclo di incontri di avvicinamento alla lingua inglese rivolto a bambini dai 4 ai 6 anni accompagnati da un genitore. Quattro gli appuntamenti in programma (il mercoledì dalle 16.15 alle 17.45), durante i quali i piccoli ospiti verranno introdotti nella nuova lingua attraverso la narrazione e la musica. Il progetto, a cura di Silvia Onori, prevede la prenotazione obbligatoria chiamando lo 0541 343749.

Già attivo “Impariamo ad imparare: un percorso verso l’autonomia” curato dalla psicologa e psicoterapeuta Michela Cesari come un supporto all’apprendimento, su base professionale e con un approccio individuale da bambino a bambino: attraverso la trasmissione di strategie efficaci e funzionali, accompagnando i piccoli studenti in un percorso verso l’autonomia nello studio. Il progetto si rivolge ai bambini delle quinte elementari di Bellaria Igea Marina che presentano un Disturbo Specifico dell’Apprendimento: nel caso vi siano posti disponibili, è prevista l’inclusione anche di alunni delle classi quarte e di ragazzi delle scuole medie. In programma un incontro settimanale di un’ora, per un totale di tredici appuntamenti. Per iscriversi, è possibile inviare una mail a michelacesari3@gmail.com oppure chiamare lo 0541 343749.

Si ricordano, infine, le altre attività di recentissima attivazione al Centro per le famiglie “Giovanni Paolo II”: l’Informa Famiglie, prezioso servizio che consente di ricevere informazioni circa le risorse presenti nel territorio in ambito educativo, sociale, culturale e scolastico; il servizio di Mediazione Famigliare, che offre una consulenza professionale a sostegno delle relazioni familiari in presenza di una separazione o di crisi nei rapporti di coppia; la Tana dell’Orso, servizio integrativo rispetto al nido d’infanzia riservato a bambini fino ai tre anni e ai rispettivi genitori.