Martedě 01 Dicembre04:21:29
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

La Virtus a valanga, contro il Sassoleone finisce 9-1

Guidi: «Grande prestazione dopo una settimana di duro lavoro»

Sport Rimini | 08:21 - 10 Novembre 2020 La Virtus a valanga, contro il Sassoleone finisce 9-1


Nel match andato in scena lunedì sera al Flaminio c’è stata davvero poca storia: la Virtus ha vinto spietatamente nel derby contro il Sassoleone per 9-1, con una prestazione al limite della perfezione e contro un avversario il cui valore è ben più alto di ciò che il risultato finale può suggerire. La squadra di Imbriani consolida così ulteriormente il momentaneo primo posto in classifica salendo a quota 10 punti.

La Virtus passa in vantaggio dopo pochi minuti e lo fa grazie a Cremonesi, brava ad infilare sotto le gambe dell’ex di turno Della Corte su suggerimento di Cabrera. La risposta del Sassoleone non si fa attendere e, poco dopo il vantaggio delle padrone di casa, ci pensa Spada ad impattare il match portando al termine nel migliore dei modi una transizione offensiva velocissima. Immediatamente dopo il pari, Imbriani chiama time-out per parlare un po’ con le sue ragazze. Una chiacchierata che fa più che bene alle virtussine, che nel giro di tre minuti vanno sul 4-1: Cabrera segna due gol in rapida successione, prima finalizzando uno schema su punizione e poi sfruttando ottimamente un bel movimento spalle alla porta; mentre il quarto gol della Virtus è ancora opera di Cremonesi, lesta nel concludere un contropiede nato proprio da un suo intervento a centrocampo. Poco prima dell’intervallo la Virtus allunga ulteriormente e anche questa volta ad andare a segno è Cabrera, che chiude un fantastico primo tempo con una sassata sotto all’incrocio del secondo palo.
Nella ripresa la musica non cambia, è la Virtus a fare la partita. La rete del momentaneo 6-1 deriva da un calcio piazzato battuto da Mencaccini, la palla arriva a Insinna che prima scarta un’avversaria in pressione e poi scarica nel sette un destro da fuori area imparabile. Neanche il tempo di festeggiare che le romagnole allungano ulteriormente, questa volta con Guidi che a tu per tu con Della Corte non sbaglia. A metà frazione c’è ancora tempo per Cabrera di trovare addirittura il poker, appostata sul secondo palo per ricevere in tutta liberà il suggerimento di Mencaccini. E nel finale c’è gloria personale anche per il capitano delle virtussine, che trova il secondo palo con un potente e preciso mancino.

È stata una fantastica giornata per l’ambiente Virtus, vincere in un derby con un risultato così importante non capita certo tutte le domeniche, ma per Silvia Guidi lo è stata un po’ di più. Tornata dall’infortunio, Silvia non solo ha ripreso a giocare mostrando grande determinazione e tanta voglia, ma è andata anche in gol. Una bellissima sensazione che ci viene restituita proprio dalla diretta interessata: «Sono contenta per i tre punti conquistati in questo derby e soprattutto per la prestazione della squadra. Abbiamo lavorato bene in settimana, siamo riuscite a mettere in pratica quello che la coach ci chiede e rispetto alle partite precedenti abbiamo sfruttato al meglio le occasioni create. Io rientravo da un lungo infortunio che mi ha tenuto lontana dal campo per parecchio tempo e tornare al gol è stata una gioia immensa, dopo la bella presentazione di squadra di oggi è stato un po’ come mettere la ciliegina sulla torta. Devo lavorare ancora tanto per entrare nei meccanismi di gioco e soprattutto per trovare la forma migliore, ma la strada è quella giusta. Adesso abbiamo anche la sosta che ci permetterà di recuperare altri tasselli fondamentali per la nostra rosa, per essere ancora più competitivi sotto ogni punto di vista».
 

VIRTUS ROMAGNA        9
SASSOLEONE 2015        1

VIRTUS: Faccani, Monaco, Sabetti, Berti, Cabrera, Cremonesi, Falcioni, Giuva, Guidi, Insinna, Marzo, Mencaccini. All.: Imbriani.
SASSOLEONE: D’Elia, Mordenti, Magrini, Vartuli, Rocca, Bonaventura, Giovannini, Della Corte, Galassi, Marchi, Spada, Antonecchia. All.: Siglioccolo.
ARBITRI: Casadei di Cesena, Maragno di Bologna. CRONO: Cannizzaro di Ravenna.
RETI: 5’ pt Cremonesi, 9’ pt Spada, 16’ pt Cabrera, 17’ pt Cabrera, 18’ pt Cremonesi, 20’ pt Cabrera, 8’ st Insinna, 9’ st Guidi, 11’ st Cabrera, 12’ st Mencaccini.