Venerdý 27 Novembre03:58:41
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Fresca, essiccata o fermentata: consigli su come consumare la papaya

Frutto fresco, che è da preferire agli altri, in quanto mantiene al 100% i propri elementi benefici

Attualità Nazionale | 07:35 - 09 Novembre 2020 Papaya Papaya.

La papaya è un frutto davvero interessante e unico nel suo genere, con una storia che affonda le sue radici nel ‘500, almeno per quanto concerne la scoperta da parte degli europei. Venne infatti notata per la prima volta durante l’invasione del Messico da parte dei conquistadores spagnoli, i quali ebbero anche modo di provare sulla propria pelle i benefici di questo frutto. Dopo settimane di ingordigia, infatti, i soldati spagnoli notarono le strepitose proprietà digestive della papaya, tanto da decidere di portare in patria svariati chili di questo frutto.

Papaya fresca, essiccata o fermentata?

La papaya è un frutto che fa bene a prescindere, ma ci sono comunque delle differenze fra quella fresca, quella essiccata e quella fermentata.

Si comincia proprio dal frutto fresco, che è ovviamente da preferire agli altri, in quanto mantiene al 100% i propri elementi benefici. Si parla infatti di un alimento che abbonda di vitamine, di minerali e di potassio, ed è ottima per via delle sue spiccate proprietà antiossidanti. Per saperne di più sulle altre proprietà benefiche, il consiglio è di leggere questo approfondimento sulla papaya dei Fratelli Orsero nel loro sito web.

Quali sono, invece, le peculiarità della papaya essiccata? Questo alimento conserva comunque tutti gli elementi salutari, a patto che venga essiccata con metodi naturali. Inoltre, per via del suo stato, è un ottimo spuntino per spezzare la fame senza esagerare con le calorie, e può essere anche utilizzata come condimento per numerose ricette.

Si chiude con la papaya fermentata, che si fa notare soprattutto per via delle sue proprietà antiossidanti e per i vantaggi che offre a favore delle patologie degenerative che colpiscono il cervello. In sostanza, se da un lato cambia la forma, dall’altro i benefici della papaya restano immutati.

Effetti collaterali della papaya fermentata

Occorre approfondire il discorso sulla papaya fermentata, in quanto in alcuni casi può avere anche degli effetti collaterali. Nella fattispecie, le tavolette di papaya fornite come integratori possono abbassare i livelli di glicemia nel sangue, e causare gonfiore e certe volte nausea.

Come qualsiasi altro integratore, si sconsiglia di assumerlo se si sta seguendo una terapia farmacologica, per evitare possibili interazioni pericolose fra le sostanze. Inoltre, non dovrebbero assumere la papaya le persone allergiche al lattice e ovviamente le donne in gravidanza o in allattamento. Di conseguenza, occorre sempre fare attenzione, ma questo è un discorso che riguarda tutti gli integratori naturali.