Domenica 29 Novembre11:57:43
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Immobile comunale di via Giuliano da Rimini destinato a scopi sociali

Ospiterà un progetto culturale e di inclusione dedicato alla popolazione anziana

Attualità Rimini | 13:01 - 05 Novembre 2020 Via Giuliano da Rimini Via Giuliano da Rimini.

Sarà dedicato ad un progetto di inclusione rivolto alla popolazione adulta ed anziana l’immobile di via Giuliano da Rimini, uno dei beni pubblici destinato a scopi sociali di proprietà del Comune e che andrà a potenziare la rete di servizi per i cittadini. Il progetto, approvato dalla Giunta nell’ultima seduta, sarà affidato ad un soggetto o un gruppo di soggetti del Terzo settore attraverso un’istruttoria pubblica, a cui sarà chiesto di trasformare la sede in punto di incontro e di scambio di esperienze per quella fascia di popolazione maggiormente esposta al rischio di marginalizzazione. L’obiettivo infatti, quando l’attuale condizione di emergenza sanitaria sarà superata, è quello di creare opportunità di integrazione e di partecipazione attiva attraverso momenti di confronto, attività di approfondimento culturale, di studio e di formazione, occasioni quindi di arricchimento personale e di stimolo delle relazioni interpersonali. Un luogo quindi per promuovere il benessere, stimolando le competenze, gli interessi e le attitudini di ogni persona su varie discipline, per favorire la permanenza attiva nel tessuto sociale.

“La fascia di popolazione matura è quella più colpita dalla pandemia che stiamo attraversando e non solo per l’aggressività del virus, ma per tutte le ricadute sociali che la necessità di distanziamento comporta, soprattutto per le persone più mature ancora attive e costrette a limitare le relazioni sociali e le attività – commenta il vicesindaco e assessore alla protezione sociale Gloria Lisi – Proprio alla luce di questo stress emotivo e psicologico, progetti come quello appena approvato dalla Giunta assumono particolare rilevanza: quando infatti il contesto consentirà una ripresa più sicura di incontri, delle attività culturali e ricreative, sarà importante offrire una rete di opportunità che stimoli l’inclusione e la partecipazione nella vita della comunità. Questo progetto inoltre da parte dell’azione di recupero degli immobili in disuso di proprietà del Comune, che vogliamo riempire di nuovi contenuti e funzioni nella prospettiva della città diffusa”.