Luned́ 23 Novembre17:48:00
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Promuovere cultura della legalità tra i giovani: dalla regione 37.000 euro per due progetti riminesi

In tutto il territorio regionale sono stati 39 i progetti finanziati, per 1,6 milioni di contributi

Attualità Rimini | 13:19 - 04 Novembre 2020 Foto di repertorio Foto di repertorio.


Promuovere e diffondere la cultura della legalità e della cittadinanza responsabile tra i giovani. Sostenere gli Osservatori locali per monitorare fenomeni di illegalità nonché favorire lo scambio di conoscenze e informazioni sui fenomeni criminosi e sulla loro incidenza sul territorio emiliano-romagnolo. Rafforzare la prevenzione in aree o in gruppi sociali a rischio d'infiltrazione o radicamento di attività criminose organizzate e mafiose. Proseguire nel riutilizzo di beni confiscati alle mafie, restituiti alle comunità locali. Sono gli obiettivi dei 39 progetti presentati quest’anno da enti locali e università per progetti e interventi sul territorio in Emilia-Romagna, da Piacenza a Rimini, per l’investimento di circa 1,6 milioni di euro. Progetti sostenuti dalla Regione con un contributo di quasi un milione di euro, nell’ambito delle proprie politiche per la legalità e la prevenzione del crimine organizzato. Per il riminese sono stati previsti 37.000 euro per due progetti, il cui costo totale è di 50.000 euro.  Nel maggio scorso la Giunta regionale aveva definito modalità e criteri per la concessione dei contributi, e nelle ultime settimane l’Esecutivo di viale Aldo Moro ha dato il via libera a 39 proposte progettuali, il numero più alto mai registrato in questi anni.