Mercoledý 25 Novembre09:28:57
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

San Giovanni in Marignano: a breve 30 telecamere in funzione

Un moderno ed efficiente sistema di videosorveglianza attivo dal 16 novembre

Attualità San Giovanni in Marignano | 13:06 - 02 Novembre 2020 Il nuovo impianto di videosorvegliana Il nuovo impianto di videosorvegliana.

A seguito dell'approvazione all’unanimità nell’ultima seduta di Consiglio Comunale del Regolamento e della successiva delibera attuativa, approvata con delibera di Giunta, entrerà ufficialmente in funzione il prossimo 16 novembre l'impianto di video sorveglianza marignanese. Questo sistema è sviluppato sulla base del parere favorevole espresso dal Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presso la Prefettura di Rimini a giugno 2018.

L’impianto, dotato di 30 telecamere dislocate su 18 siti, prevede la pressoché totale copertura del  territorio comunale grazie alla combinazione tra sistema Targa System e Videosorveglianza ambientale. Si tratta della conclusione di un lungo lavoro sulla sicurezza urbana che ha preso le mosse nel 2018  con la somministrazione di un apposito questionario alla popolazione, sfociato nella successiva sottoscrizione del “Patto per l’attuazione della sicurezza urbana” da parte del Sindaco Morelli con il Prefetto della Provincia di Rimini nel giugno dello stesso anno. Grazie all’eccellente lavoro svolto in stretta sinergia tra Sis Spa e Uffici Comunali per quanto alla redazione del progetto ed al prezioso contributo della locale Tenenza dei Carabinieri di Cattolica, l’impianto è stato altresì ritenuto meritevole dell’assegnazione di un contributo statale a copertura del 40% del costo di realizzazione, pari a 108.000,00 su un totale di € 270.000,00 complessivi, e sarà presto integrato da un ulteriore stralcio funzionale di ulteriori 4 siti.

L’impianto di videosorveglianza e lettura targhe, è finalizzato a contrastare ogni forma di illegalità, ad aumentare la percezione di sicurezza e, non da ultimo, alla promozione del rispetto del decoro urbano.

Tra i principali obiettivi si annoverano: Prevenire e reprimere la commissione di reati. Controllare la viabilità. Accertare ove possibile le cause dei sinistri stradali ed individuare i responsabili degli stessi in caso di fuga. Verificare la copertura assicurativa e la revisione dei veicoli. Contrastare atti di vandalismo ai danni del patrimonio Comunale. Contrastare l'abbandono di rifiuti (anche con telecamere mobili).

L’installazione delle telecamere si è già conclusa e sono attualmente in corso l’allestimento della centrale operativa e la formazione degli Agenti di Polizia Locale. Il sistema, oltre alle riprese ambientali dei luoghi più sensibili come banche, ufficio postale, intersezioni, piazza, prevede il controllo con il sistema Targa System di pressoché tutti i veicoli in entrata nel nostro comune. Il software di queste ultime telecamere è in grado di riconoscere casa costruttrice, modello, colore, targa, di tutte le auto, moto e motorini. Per esempio nel caso succeda un sinistro il cui responsabile si dia alla fuga o anche una rapina, sarà possibile individuare l’autore del fatto anche con soli due numeri di targa o con la descrizione del veicolo, perché il sistema, se interrogato, potrà fornire tutte le targhe in transito corrispondenti ai criteri di ricerca.

Infine un ulteriore contributo alla sicurezza stradale sarà fornito anche su strada grazie alla fornitura di due tablet in dotazione agli Agenti, e da remoto per il controllo delle coperture assicurative e delle revisioni auto. Anche i privati potranno aderire al progetto acquistando e conferendo in uso alla Polizia Locale punti di video sorveglianza (previo parere del Tavolo Provinciale di Pubblica Sicurezza).Il Regolamento per l’utilizzo del sistema, approvato nell’ultimo Consiglio, mira a garantire e disciplinare il trattamento dei dati personali in modo che l’attività si svolga nel rispetto dei diritti, delle libertà fondamentali e rispettando tutta la normativa sul tema del trattamento dei dati.  È stata redatta a questo proposito una specifica informativa sul trattamento e sarà a breve pubblicata sul sito del Comune. In ogni caso le telecamere non potranno riprendere luoghi privati ed il trattamento dovrà avvenire in forma anonima (salvo ovviamente la necessità di accertare reati o sanzioni amministrative). Le registrazioni saranno cancellate tramite sovrascrittura al 7 giorno dalla loro registrazione, salvo anche in questo caso debbano essere assicurate fonti di prova in procedimenti penali o amministrativi.

“Si tratta di un deciso passo in avanti per la sicurezza dei cittadini marignanesi che arriva grazie ad un lavoro continuativo di analisi delle necessità e risposte concrete in concertazione con il territorio.Ringraziamo particolarmente la Tenenza dei Carabinieri di Cattolica ed in particolare il Ten. Antonino Miserendino per il supporto e la collaborazione costante in questo importante progetto. Il 25 novembre, impegni istituzionali del Prefetto permettendo, inaugureremo questo sistema alla presenza del nuovo Prefetto Folrenza e del Tenente Miserendino”.