Luned́ 30 Novembre09:01:29
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Auto vandalizzate, uno degli arrestati minaccia Carabiniere: 'Ti sgozzo'

E' quanto emerso durante il processo per direttissima conclusosi con doppio patteggiamento

Cronaca Rimini | 17:18 - 31 Ottobre 2020 Tribunale di Rimini (foto di repertorio) Tribunale di Rimini (foto di repertorio).


Durante le operazioni di fotosegnalamento, in caserma, uno dei due magrebini arrestati, dopo aver vandalizzato auto in sosta in viale Leonardo da Vinci, si è lasciato andare a pesanti minacce verso un Carabiniere: si è portato il pollice al collo, mimando il gesto dello sgozzamento, dicendo di voler ripetere le gesta dell'attentatore della Chiesa di Nizza. Il 26enne ha patteggiato  un anno e dieci mesi di reclusione, a fronte della condanna più leggera patteggiata dal complice, di un anno più giovane, 1 anno e 4 mesi di reclusione. Entrambi incensurati e difesi dagli avvocati Andrea Cappelli e Paola Zavatta, sono stati rimessi in libertà con l'applicazione di un divieto di dimora. Davanti al giudice Raffaella Ceccarelli hanno negato le accuse, spiegando di non essere stati responsabili di quanto accaduto questa notte.  Agli imputati contestato il danneggiamento delle auto, la resistenza a pubblico ufficiale, il porto abusivo di armi (in relazione alla mazza da baseball utilizzata per distruggere i finestrini) e la ricettazione, in quanto lo scarno bottino conseguito non è stato ancora oggetto di denuncia da parte dei proprietari delle vetture.