Luned́ 30 Novembre09:34:16
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Scuola: consegnati a Verucchio altri 37 pc per abbattere il divario digitale

L'assessore Cenni: "con una seconda tranche riusciremo a soddisfarne anche altre domande"

Attualità Verucchio | 13:16 - 30 Ottobre 2020 Il sindaco Stefania Sabba, l'assessore Sabrina Cenni e i tre capigruppi del consiglio comunale con i tablet donati agli studen Il sindaco Stefania Sabba, l'assessore Sabrina Cenni e i tre capigruppi del consiglio comunale con i tablet donati agli studen.

Sono stati consegnati dal Comune di Verucchio alle famiglie di giovani studenti i primi 37 notebook (36 per la precisione, cui si è aggiunto un tablet con tastiera) ricevuti nell’ambito di un progetto mirato ad abbattere il digital divide e a sostenere i cittadini in un momento di grande difficoltà per tutti. Il divario digitale è la distanza che intercorre fra chi ha accesso alle tecnologie dell'informazione e chi invece ne è privo e la Regione Emilia Romagna ha stanziato oltre 230.000 euro per il Distretto Nord della provincia, che ricomprende i Comuni di Rimini, Bellaria Igea Marina e dell’intera Valmarecchia.

«Gli aventi diritto sono stati individuati attraverso un bando cui hanno partecipato 44 famiglie. Ognuna poteva indicare al massimo due figli bisognosi di strumentazioni o connessione e in totale sono pervenute richieste per 68 studenti. Dopo questa prima consegna ne è attesa una seconda e in base alle risorse rimaste nella spartizione fra tutti i territori vedremo nelle prossime settimane quante altre istanze riusciremo a soddisfare» spiega l’assessore ai servizi educativi e scolastici Sabrina Cenni, che ricorda: «Nella fase dell’emergenza e durante il lockdown, grazie alle generose contribuzioni di aziende e cittadini siamo riusciti a consegnare all’Istituto Comprensivo Ponte sul Marecchia 10 tablet in comodato d’uso per gli alunni bisognosi che ne fossero sprovvisti e grazie al Lions Ariminus Montefeltro altri due sono stati donati alla Casa Protetta per i collegamenti con i familiari. La nostra intenzione è continuare a mettere in campo tutte le azioni possibili per contrastare il divario digitale e favorire in ogni modo chi abbia necessità di supporto nella didattica a distanza».