Mercoledý 25 Novembre20:49:26
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Ingresso e soggiorno illegale in Italia, segnalato un 30enne albanese bandito dall'area Schengen

Ci aveva già provato a maggio 2019 a bordo di un volo atterrato all'aeroporto

Attualità Riccione | 10:55 - 29 Ottobre 2020 Foto di repertorio Foto di repertorio.


Martedì la polizia di frontiera ha fermato un cittadino albanese mentre transitava in via Piemonte a Riccione, nel perimetro dell'aeroporto. All'atto dei controlli si è scoperto essere una vecchia conoscenza dell'organo riminese poiché respinto dopo essere atterrato a maggio 2019 con un volo da Tirana, poiché ritenuto a forte rischio immigrazione clandestina. Dopo aver fatto rientro in Italia da un’altra frontiera, lo straniero ha tentato di entrare illegalmente nel Regno Unito dal valico del Passo di Calais munito di un documento tedesco falso: per quersto lo Stato francese lo ha espulso e ha emesso un decreto di inammissibilità di ingresso nell’area Schengen fino al 25 novembre 2022.

Ecco perché il 31enne è stato deferito in stato di libertà per il reato di ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato e messo a disposizione dell’ufficio Immigrazione della questura, che ha adottato nei suoi confronti il provvedimento di espulsione, con ordine del questore a lasciare il territorio nazionale entro 5 giorni. Quale misura alternativa al trattenimento in un centro di permanenza per i rimpatri, gli è stato ritirato il documento ed è obbligato a presentarsi in questura lunedì e venerdì, in attesa di essere espulso.