Domenica 29 Novembre05:44:33
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Dal 31 ottobre la bellezza sostenibile arriva a Rimini con Biostorie

Il negozio di cosmetici bio de La Saponaria organizzerà anche corsi e iniziative

Attualità Rimini | 10:44 - 29 Ottobre 2020 Luigi Panaroni e Lucia Genangeli Luigi Panaroni e Lucia Genangeli.


Un luogo che parla di sostenibilità e bellezza con l'attenzione alla persona al centro delle sue attività. Apre sabato 31 ottobre in via Garibaldi 27 a Rimini “Biostorie”, un luogo nato per promuovere stili di vita green e l’utilizzo di cosmetici biologici e sostenibili. Si tratta di un progetto firmato "La Saponaria", laboratorio artigianale di produzione di Pesaro noto nel panorama della cosmesi ecobio italiana e fondato da Lucia Genangeli e Luigi Panaroni. L’idea ispiratrice “non è quella di aprire un negozio in cui poter solamente acquistare prodotti, ma di offrire al territorio un luogo nuovo, dove fermarsi e nello stesso tempo soffermarsi sul “come” e sul “perché”…un posto dove raccontare storie buone sulle materie prime che selezioniamo, sulla nostra etica di filiera e su tutti quegli ingredienti che rendono i nostri cosmetici, cosmetici consapevoli”.
 

Da sempre infatti La Saponaria ha sposato questi principi come cardini della sua produzione. Nata dalla grande passione di due ragazzi che nella cantina di casa producevano saponi artigianali, è diventata un’azienda di riferimento per gli amanti del biologico, senza mai perdere di vista la propria filosofia fondante, quella di creare cosmetici buoni per chi li usa, ma anche per il mondo in cui viviamo. Dopo aver raggiunto le città di Bologna, Pesaro, Bastia Umbria e Fano, il progetto Biostorie arriva a Rimini in un periodo storico non facile per il commercio. “Ci sono sempre piaciute le sfide e crediamo molto nel rapporto diretto con il cliente per raccontare al meglio i prodotti. Siamo contenti che Lara e Simone Vidali, titolari del negozio, abbiano scelto di portare l'idea del Biostorie a Rimini, una città che si è sempre rivelata sensibile ai temi della sostenibilità e del biologico. Ci auguriamo che tante persone vorranno toccare con mano la nostra filosofia e scoprire questo nuovo modo di fare cosmetica. Proprio per evitare assembramenti, l’inaugurazione durerà l’intera giornata di sabato”.  
 

Il negozio diventerà un vero e proprio contenitore di eventi, dove poter partecipare a laboratori di creazione dei propri cosmetici personalizzati, corsi, consulenze individuali o dove andare per consultare la “bioteca”, una vera e propria biblioteca del bio, sempre disponibile per i visitatori, dove sono raccontate la storia e la filiera solidale di ogni ingrediente scelto. Un angolo speciale all’interno di Biostorie sarà proprio riservato all’ “autoproduzione consapevole”, dedicato a tutti coloro che, piuttosto che scegliere un prodotto dallo scaffale, vorranno creare un cosmetico con le proprie mani, così come lo hanno sempre sognato, aiutati dal personale esperto che saprà consigliarli e accompagnarli in questa nuova, profumata avventura.