Domenica 29 Novembre23:38:00
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

L’università di San Marino dona mascherine etiche e solidali alle matricole dei corsi di laurea

Per i docenti, inoltre, la fornitura di una serie che permette la lettura del labiale

Attualità Repubblica San Marino | 16:08 - 28 Ottobre 2020 L’università di San Marino dona mascherine etiche e solidali alle matricole dei corsi di laurea


Circa 200 mascherine solidali verranno donate alle matricole dei corsi di laurea dell’Università degli Studi della Repubblica di San Marino dai vertici dell’Ateneo grazie a un progetto che ha coinvolto l’Unità di Ricerca sul Design di Comunità. La maggior parte, oltre cento, sono già state consegnate agli iscritti, mentre le restanti verranno distribuite nei prossimi giorni.

Riconoscibili dalla presenza del logo dell’istituzione accademica sammarinese, in cotone e dotate di triplo filtro interno lavabile, sono state prodotte dalla cooperativa sociale veneta “Il Filò”, che nei mesi scorsi era stata coinvolta nella realizzazione di una serie di mascherine per le comunità di sordi, ideate insieme ai ricercatori dell’Ateneo sammarinese e dotate di un’area frontale trasparente che permette la lettura del labiale. Ciò nell’ambito di un’iniziativa che aveva coinvolto, fra gli altri, l’Associazione Sportiva e Culturale Sordi Sammarinesi, il Centro Farmaceutico del Titano e la Segreteria di Stato per la Sanità: “Queste mascherine sono utili per tutte le persone perché tornano a includere l’espressività totale del volto nelle conversazioni”, spiega Riccardo Varini dall’Unità di Ricerca sul Design di Comunità. “Proprio per questo, è in corso un’operazione attraverso la quale i docenti delle lezioni del primo semestre di tutti i corsi di laurea verranno dotati gratuitamente di una mascherina etica e trasparente, con l’obiettivo di migliorare, fra le altre cose, l’esperienza formativa e sociale degli studenti”.

Questo tipo di mascherina, certificato dal Comitato Bioetico Sammarinese, è stato realizzato con manodopera sartoriale del territorio della penisola nella cornice di un’attività che include la trasmissione di competenze e nuove opportunità: “Si tratta di un progetto di ricerca applicata nel quale abbiamo ragionato non solo sul prodotto ma anche sul processo che lo coinvolge”, precisa Varini. “In questo senso, stiamo lavorando per coinvolgere delle cooperative di San Marino, nell’ottica della messa in commercio di una vera e propria mascherina etica”. L’iniziativa è stata possibile grazie all’impulso del Rettore, Corrado Petrocelli, del direttore generale dell’Ateneo, Isabella Bizzocchi, e dei ricercatori del Dipartimento di Economia, Scienze e Diritto. Coinvolti i corsi di laurea in Design, Ingegneria Civile, Costruzioni e Gestione del Territorio, Ingegneria Gestionale, Comunicazione e Digital Media.