Giovedý 03 Dicembre08:11:38
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Parco Eolico, si allarga il fronte del no: contrari sindaco Bellaria e Confesercenti Rimini

Il primo cittadino Giorgetti: "Svantaggi maggiori dei benefici"

Attualità Rimini | 14:04 - 27 Ottobre 2020 Foto di repertorio Foto di repertorio.

Oggi (martedì 27 ottobre) arrivano altri "no" al progetto del nuovo parco eolico di Rimini. Il sindaco di Bellaria Igea Marina Filippo Giorgetti esprime il proprio parere non favorevole, ritenendo "le incognite e i possibili svantaggi maggiori dei benefici". A preoccupare  è l'impatto sul fronte ambientale, paesaggistico e anche le conseguenze economiche per pesca e marineria. "Anche la vicinanza a una costa già così antropizzata e dalla così forte vocazione turistica, non depone a favore del progetto", spiega il sindaco Giorgetti, che aggiunge: "Deve essere una priorità la tutela patrimonio più importante, sotto tanti punti di vista, di cui disponiamo: il nostro mare, la vita che lo abita e la veduta che offre a chi ci sceglie per le proprie vacanze". Contrario anche Mirco Pari, direttore Confesercenti provinciale Rimini, che parla di "progetto insensato", senza alcun aspetto positivo, "figlio di un apporccio ambientalista datato che valuta solo il rapporto costi-benefici economici e non tiene in considerazione la tutela del paesaggio". Pari evidenzia: "Abbiamo già visto cosa è accaduto con i pannelli fotovoltaici che hanno invaso le colline e deturpato i panorami". Dal punto di vista turistico, il parco eolico renderebbe meno attrattivo il territorio: "E’ evidente l’incongruità fra un luogo del turismo attento alla qualità dell’ambiente che offre a residenti e ospiti, e  un luogo di produzione dell’energia con 51 pale che devasterebbero il panorama".