Sabato 05 Dicembre00:04:42
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Strade sicure a Novafeltria con il progetto per la nuova videosorveglianza su nove varchi

Sarà realizzato tramite il Patto per l'attuazione della sicurezza urbana. E a Secchiano due nuovi box autovelox

Attualità Novafeltria | 12:13 - 27 Ottobre 2020 Foto di repertorio Foto di repertorio.

Il prefetto di Rimini Giuseppe Forlenza e il sindaco di Novafeltria Stefano Zanchini hanno firmato il “patto per l’attuazione della sicurezza urbana” che individua come prioritario obiettivo "la prevenzione e il contrasto ai fenomeni di criminalità diffusa predatoria", attraverso l’installazione di un sistema di videosorveglianza integrato in determinate zone del territorio comunale.

La firma del patto ha consentito al Comune di Novafeltria di presentare istanza di ammissione ad un finanziamento ministeriale con un progetto di fattibilità tecnico-economica denominato “Strade sicure progetto videosorveglianza 2020”, per un importo di 83.500 euro, che prevede l’installazione di nove telecamere di ultima generazione in varchi strategici del territorio comunale, specie nelle intersezioni in entrata e uscita, e in accordo con l’Arma dei Carabinieri.  Queste telecamere implementano un sistema di video-lettura automatica delle targhe e di verificare istantaneamente lo stato del veicolo transitante. In particolare se risulta o meno rubato, se sotto fermo amministrativo, se assicurato, in regola con bollo, revisione e se presente in black list. I flussi video potranno essere h 24 visibili e visionati in diretta dalle forze dell’ordine ed è in corso il trasferimento di tutto il sistema di videosorveglianza del comune al comando della compagnia dei carabinieri di Novafeltria.

NUOVI AUTOVELOX Sempre in tema di sicurezza, nella frazione di Secchiano, oltre alle  telecamere, saranno installati all’interno del centro abitato due box autovelox al fine di limitare e controllare la velocità dei mezzi in transito. 

"Questo nostro progetto, integrato con altri dei comuni limitrofi renderà tutto il territorio più sicuro nel prevenire e contrastare i fenomeni di criminalità e violazioni al codice della strada.  Il Patto prevede, inoltre, che presso la prefettura del governo venga istituita una cabina di regia, composta dai rappresentanti delle forze di polizia e della polizia locale, con il compito di monitorare semestralmente lo stato di attuazione. Confidando in un positivo accoglimento, avendo il nostro comune co-finanziato il progetto per aumentarne il punteggio", spiega l'amministrazione comunale di Novafeltria in una nota.