Mercoledý 25 Novembre18:19:19
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Europa Verde: 'Stop nuova marecchiese. Ripristinare ferrovia Rimini Novafeltria"

I verdi: "Potrebbe nascere una metropolitana della Valmarecchia"

Attualità Novafeltria | 09:52 - 26 Ottobre 2020 Foto di repertorio Foto di repertorio.

Europa Verde Rimini in una nota esprime la propria contrarietà al progetto della variante alla strada Marecchiese, pur nella consapevolezza che la Marecchiese sia una delle strade più congestionate del territorio. Secondo i verdi, il progetto della nuova Marecchiese è "gravemente impattante sull'ambiente della vallata e del fiume Marecchia". La soluzione, secondo quanto riportato nella nota, è l'intervento sul tracciato già esistente, mettendolo in sicurezza (compresi gli attraversamenti per i cittadini), moltiplicando gli spazi dedicati alla sosta dei mezzi pubblici nelle fermate, per evitare che si formino brevi code e rallentamenti. Aumentare la scorrevolezza della Marecchiese è dunque possibile, valutando anche un nuovo concetto di mobilità: "il miglioramento del trasporto pubblico, con un numero più frequente di tratte, può permettere la riduzione dell'utilizzo delle automobili da parte dei pendolari ed allo stesso tempo garantire maggiore sicurezza (con il minore accorpamento di utenti) in questo periodo di aggravamento della pandemia". I verdi appoggiano la posizione del sindaco di Santarcangelo Alice Parma, che aveva affermato la necessità di effettuare studi per valutare gli spostamenti di lavoratori, studenti e cittadini e capire come modellare la mobilità, Inoltre i verdi propongono di valutare il recupero della tratta ferroviaria tra Rimini e Novafeltria: "Potrebbe nascere una metropolitana della Valmarecchia che permetterebbe di recuperare un patrimonio immenso di gallerie, ponti e paesaggi dimenticati, e farebbe anche da traino al turismo dell'entroterra". I verdi infine invitano i sindaci a un'unità di intenti, quell'approccio comune che è mancato negli anni: "Vi sono piste ciclabili, circonvallazioni che iniziano e si interrompono a seconda del territorio comunale di pertinenza".