Luned́ 30 Novembre17:22:52
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Il pub Red Devil tra le botteghe storiche del comune di Rimini

Fondato nel 1987 dai fratelli Paolini, che sono anche gli attuali gestori

Attualità Montefiore Conca | 15:02 - 23 Ottobre 2020 Gianni Indino presidente Confcommercio consegna la targa ai titolari del Red Devil Gianni Indino presidente Confcommercio consegna la targa ai titolari del Red Devil.

Il pub Red Devil, fondato nel 1987 dai fratelli Paolini che continuano a gestirlo tutt’ora, è diventato Bottega Storica del Comune di Rimini. Nato come punto di ritrovo dei bikers, mantiene il suo stile che richiama la Street & Urban Art e si è evoluto negli anni implementando l’offerta gastronomica con il forno a legna e la costante organizzazione di serate e cene a tema anche con musica dal vivo.

Ora, con la speciale targa di Confcommercio della provincia di Rimini, il Red Devil è entrato in rete insieme alle altre Botteghe Storiche, inserito nell’itinerario “Intrattenimento” del progetto di valorizzazione “Itinerari Botteghe Storiche – Custodi di Identità e Tradizioni” che tramite un QRcode permette di visitare il locale visualizzando la scheda dell’attività e le foto storiche, ma anche trovare le altre Botteghe Storiche del territorio seguendo sulla mappa gli itinerari tematici.

«Il Red Devil è una pietra miliare dei pub che hanno contribuito e contribuiscono tuttora a fare di Rimini la meta del divertimento per intere generazionidice Gianni Indino, presidente di Confcommercio della provincia di Rimini –. È un piacere che arrivi per Marco e Paolo Paolini un riconoscimento per il lavoro che portano avanti fin dagli Anni Ottanta. Ma quei “bei tempi” al Red Devil non sono ancora passati: basta fermarsi una sera per capire quanto in questo locale si divertono i ragazzi di tutte le età».

«Oggi il Red Devil è una sorta di ambasciata riminese dell’Alto Adigeracconta Marco Paolinie la leggenda vuole che i ragazzi altoatesini dicano che “non sei uomo finché non passi per il Red Devil”. E questo non solo d’estate, perché con la nostra attività abbiamo sposato quel processo di destagionalizzazione della Riviera da tanti auspicato, mantenendo il locale aperto tutto l’anno con grande successo. Teniamo molto al riconoscimento di Bottega Storica, che dimostra come anche il nostro Red Devil sia parte integrante della storia del divertimento riminese. Ne siamo orgogliosi, in particolare in un momento difficile come questo, sperando che sia di buon auspicio per il futuro. Passato, presente e futuro stanno insieme nel nostro locale come nel progetto di Confcommercio: basta il cellulare per scoprire le attività storiche di Rimini legandole attraverso itinerari tematici tutti da provare».