Luned́ 30 Novembre08:00:10
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Covid-19, manifestazione a Rimini: anche il consigliere Nadia Rossi chiede lo stop

Duro l'attacco dell'esponente riminese del Pd: "E' uno schiaffo a chi piange i propri cari"

Attualità Rimini | 13:34 - 23 Ottobre 2020 Nadia Rossi, consigliere regionale del Partito Democratico Nadia Rossi, consigliere regionale del Partito Democratico.

Anche Nadia Rossi, consigliere regionale riminese del Pd, chiede lo stop alla manifestazione di sabato 24 ottobre in piazza Cavour a Rimini. Manifestazione che unisce diverse realtà del territorio che hanno respinto l'etichetta di "Negazionisti" (comunque nell'orbita "No-Vax"). Nadia Rossi evidenzia che la manifestazione rappresenti "uno schiaffo a chi piange i propri cari, un insulto ai medici, infermieri, operatori, che stanno dando l’anima negli ospedali, uno sfregio alla legge e alla stragrande maggioranza dei cittadini, lavoratori e studenti che fanno sacrifici per rispettare le regole", rimarcando che non sia possibile appellarsi alla libertà di parola e di manifestare: "se siamo nuovamente in una situazione critica è anche a causa di coloro che hanno infranto delle regole, fregandosene di quelle norme di condotta anche basilari indispensabili per preservare la salute della comunità". Nadia Rossi attacca: "Mi pare di capire che per molti il virus e i suoi effetti sono pericolosi solo se colpiscono qualcuno di caro e vicino. È un’ipocrisia, una forma di irrazionalità e di infantilismo. E soprattutto è mancanza di responsabilità verso chi non vuole affossare la sanità e la salute pubbliche e l’economia locale e nazionale", accusando inoltre alcune persone di autoassolversi "perché non rispettano le disposizioni di sicurezza", mentre altre "mentono per evitare l’isolamento, anche quando sono state esposte a un rischio reale".