Giovedý 26 Novembre22:32:07
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Fermare l’inquinamento con comportamenti responsabili: tre regole da seguire

Basta seguire alcuni comportamenti utili a limitare i danni all’ambiente in cui viviamo

Attualità Nazionale | 12:12 - 23 Ottobre 2020 Comportamenti responsabili Comportamenti responsabili.

Quelli della sostenibilità ambientale e della limitazione dell’impatto dell’uomo sul pianeta sono temi che non si possono più ignorare: bisogna invertire la rotta con l’impegno di tutti e dobbiamo farlo il prima possibile. Ognuno di noi dovrebbe adottare comportamenti in questo senso, cambiando se necessario le proprie abitudini. Non è poi tanto difficile, basta essere responsabili e seguire alcuni comportamenti utili a limitare i danni all’ambiente in cui viviamo.

Limitare i consumi domestici

I primi comportamenti da tenere d’occhio sono quelli adottati ogni giorno dentro la propria casa, in particolare per quanto riguarda lo spreco di energia. Ci sono diversi modi per non consumare troppo e quindi sprecare meno, ma il primo passo da fare in questo senso per essere più eco-friendly dovrebbe essere quello di sfruttare l’energia proveniente da fonti rinnovabili chiedendo un cambio di fornitura oppure la voltura se ci si è trasferiti in una nuova abitazione e, a questo proposito, la pagina sulla voltura del gas di Wekiwi offre diverse informazioni utili. In generale, per ridurre i consumi di elettricità è il caso di acquistare solo elettrodomestici di classe A++ o A+++, che porteranno pure un risparmio sul lungo periodo. Anche utilizzare programmi eco su lavatrice e lavastoviglie, da mandare sempre a pieno carico, è un’altra buona abitudine da seguire. Bene pure il preferire le lampadine a led rispetto a quelle alogene, spegnere luci e dispositivi che non si usano, senza lasciarli mai in stand-by. Si può incidere anche sui consumi energetici derivanti dal riscaldamento, magari con interventi di coibentazione della casa e con la verifica della tenuta degli infissi.

Spostarsi con mezzi di trasporto poco inquinanti

Sostenibilità dentro casa, ma anche fuori, negli spostamenti. Ultimamente si parla spesso di mobilità sostenibile, per cui si intende l’impiego di mezzi che siano più green e quindi meno inquinanti possibile. Chi ha necessità di muoversi in automobile, ad esempio, ha a disposizione oggi veicoli a basse emissioni come auto ibride, elettriche o a metano; un’alternativa valida è quella del car sharing, soprattutto per muoversi in città. Ovviamente meglio i mezzi pubblici come autobus e metropolitana per gli spostamenti quotidiani, mentre per i lunghi viaggi il treno è preferibile all’aereo per via del risparmio energetico e del minor impatto ambientale. Senza dimenticare poi la bicicletta, il mezzo più eco-friendly che ci sia.

Mangiare poca carne

Gli allevamenti industriali producono ogni anno una quantità di emissioni di gas serra maggiore rispetto a quella generata dall’intero settore dei trasporti, senza considerare che più della metà della terra coltivabile del pianeta è destinata a produrre foraggio per il bestiame. Un terzo dell’acqua potabile della Terra viene utilizzata negli allevamenti intensivi, che spesso sollevano anche questioni etiche per il modo in cui vengono trattati gli animali. Inoltre, da un punto di vista della salute della persona, il consumo elevato di carni rosse è associabile a malattie cardiache, diabete e persino ad alcune forme di cancro. Ecco perché è il caso di limitare la quantità di carne che si assume, variando la dieta con altri prodotti o comunque acquistando carne di qualità non proveniente da allevamenti intensivi che sono nocivi per tutti: ambiente, animali ed esseri umani.

Le azioni da mettere in campo sono molte ma con il contributo di tutti siamo ancora in tempo a limitare i danni al nostro bellissimo pianeta terra.