Luned́ 30 Novembre02:24:26
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Turismo Riviera: "Estendere periodo minimo obbligatorio servizio di salvataggio in mare"

Prima firmataria la riminese Nadia Rossi consigliera regionale PD Emilia-Romagna

Attualità Emilia Romagna | 15:15 - 22 Ottobre 2020 Turismo Riviera: "Estendere periodo minimo obbligatorio servizio di salvataggio in mare"

Il Partito democratico sollecita, con una risoluzione (prima firmataria Nadia Rossi), l’esecutivo regionale, per la prossima stagione balneare, a estendere almeno fino alla fine di settembre il periodo minimo e obbligatorio del servizio di salvataggio in mare, con l’allungamento anche dell’attività balneare (quest’anno, da ordinanza regionale, compresa fra il 13 giugno e il 13 settembre).

L’atto è stato sottoscritto anche da Roberta Mori, Lia Montalti, Marcella Zappaterra, Marco Fabbri e Matteo Daffadà.

È previsto, spiegano i consiglieri, “che durante il periodo di attività balneare debbano funzionare i servizi di salvataggio”. È la Regione, sottolineano, “che ogni anno, con l’ordinanza balneare, stabilisce la durata minima del servizio di salvataggio, in connessione con la determinazione della durata dell’attività balneare”.

Da qualche anno, rimarcano Rossi e colleghi, “sono cambiate le modalità di fruizione turistica, essendo sempre più frequente una permanenza meno prolungata ma ripetuta, soprattutto nei weekend o in concomitanza di eventi sportivi (come il MotoGP di Misano, quest’anno programmato il 13 e il 20 settembre) o culturali; molte famiglie, inoltre, preferiscono programmare le vacanze in settembre”.

Anche quest’anno, concludono i dem, “sarebbe stato opportuno prolungare almeno fino al 20 settembre il presidio nelle spiagge della nostra riviera, un servizio indispensabile, tenendo conto dell’affluenza turistica”.