Giovedì 26 Novembre21:54:31
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Nuovo dpcm, nel riminese campionati 'salvi' fino alla Prima Categoria compresa

Per palestre e piscine la decisione arriverà tra sette giorni: servirà pieno adeguamento al protocollo

Sport Rimini | 07:44 - 19 Ottobre 2020 Foto di repertorio Foto di repertorio.

Sì a partite e gare sportive a livello regionale e nazionale per professionisti e dilettanti. No agli allenamenti di squadra, a partite e "partitelle". E' la stretta che il nuovo dpcm impone agli sport di contatto. Sono vietati del tutto infatti, a quanto spiegano fonti di governo, quelli svolti a livello amatoriale e arriva il divieto anche per le gare dilettantistiche a livello provinciale. Ma è possibile, per chi pratichi uno sport come il basket, il calcio o la pallavolo, nell'ambito di una società sportiva, continuare ad allenarsi a livello individuale e fare allenamenti con i compagni di squadra evitando però il contatto e dunque di fare "partitelle" o sessioni di gioco con gli altri. Per ciò che concerne il calcio riminese, si disputeranno le gare dei campionati fino alla Prima Categoria compresa, in quanto i campionati dalla D alla Prima rientrando nel livello regionale. 

PALESTRE E PISCINE, DECISIONE TRA 7 GIORNI Una settimana di tempo per palestre e piscine per adeguarsi ai protocolli in vigore (diverse strutture lo hanno fatto, altre no, secondo quanto riferito dal premier Conte nella conferenza del 18 ottobre). E' il compromesso raggiunto tra l'intervento del ministro della salute Speranza (Pd) favorevole alla chiusura e quello del ministro allo sport Spadafora (5 Stelle), favorevole al mantenimento delle aperture.