Marted́ 27 Ottobre10:45:46
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

San Giovanni, picchia i genitori poi sale sul tetto e minaccia di buttarsi: arrestato

Il 23enne aveva ferito al capo il padre minacciandolo con un coltello

Cronaca Rimini | 11:23 - 18 Ottobre 2020 Ferito il padre minacciato con un coltello Ferito il padre minacciato con un coltello.

Attimi di tensione quelli vissuti nel pomeriggio di ieri per i carabinieri della Compagnia di Riccione, chiamati ad intervenire in una piccola abitazione di via Torre a Santa Maria in Pietrafitta, dove un giovane 23enne, in preda ad una crisi nervosa, aveva aggredito fisicamente i propri genitori.

E’ stata la madre ad avvisare i militari, raccontando che il giovane aveva ferito alla testa il padre. Una volta sul posto i carabinieri della tenenza di Cattolica si sono ritrovati davanti il ragazzo con in mano un coltello che inveiva contro il padre, effettivamente sanguinante.

Alla vista dei militari, il 23enne è fuggito salendo sul tetto di un capanno, continuando ad inveire e a tirare sassi, minacciando di gettarsi nel vuoto. Sul posto sono intervenuti anche 118 e Vigili del Fuoco, la “trattativa” per convincere il giovane è durata per circa un’ora, quando, mentre un carabiniere continuava a distrarlo e a parlare con lui, altri tre militari, arrampicatisi sul tetto pericolante, lo hanno raggiunto alle spalle e sono riusciti ad immobilizzarlo in sicurezza.

La fine di un momento di terrore e un sospiro di sollievo per i genitori del giovane, successivamente ascoltati in caserma per meglio ricostruire la dinamica dei fatti.

Per il 23enne sono quindi scattate le manette per i reati di lesioni aggravate e resistenza a Pubblico Ufficiale.