Domenica 25 Ottobre01:10:50
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Tappa riminese di Giro-E: il vincitore Amedeo Tabini premiato da Emma Petitti

Il presidente assemblea regionale era in veste di inviata della Commissione Europea

Sport Rimini | 17:18 - 14 Ottobre 2020 Emma Petitti con il vincitore della tappa riminese del giro E Amedeo Tabini Emma Petitti con il vincitore della tappa riminese del giro E Amedeo Tabini.

Vince l’Europa oggi (mercoledì 14 ottobre) alla tappa riminese del Giro-E, il tour elettrico che corre in parallelo al Giro d’Italia. Per l’occasione, in veste di inviata della Commissione europea, Emma Petitti, presidente dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, ha premiato con la maglia blu “Next generation”, simbolo della mobilità sostenibile, Amedeo Tabini, il vincitore della tappa. Il Giro-E è promosso dall’Unione europea (in collaborazione con Europe Direct) per dare visibilità agli interventi di riqualificazione urbana ispirati al Green deal, realizzati grazie a quasi 100 miliardi di euro stanziati negli ultimi sette anni al nostro Paese.

È con grande piacere - ha sottolineato la presidente Petitti - che premio il miglior ciclista della squadra giovani con la Maglia blu della Commissione europea. L'Emilia-Romagna è una regione d’Europa, non solo perché ospita un Centro Europe Direct ma perché è la Regione che più di ogni altra in Italia utilizza i fondi europei e ispira le proprie strategie di sviluppo alle priorità europee, per un futuro verde, sostenibile, sicuro e giusto per tutti i suoi cittadini. La bici elettrica è il simbolo della mobilità pulita e sostenibile, che è una priorità dell’Unione. Ecco perché la Commissione europea è partner istituzionale di Giro-E, e premia ogni giorno la migliore o il migliore giovane con la maglia blu con le stelline. Un messaggio da questa nostra splendida regione rivolto al futuro e al Next Generation Europe, per ripartire tutti insieme”.

Grazie al rilievo mediatico della “carovana rosa”, col viaggio “green” in bici elettrica, è stato e sarà possibile conoscere migliaia di progetti in tutta Italia, come, in riferimento a Rimini, i Laboratori per la crescita digitale e il Parco del mare.

Il primo è un “laboratorio aperto” nel cuore della città, tra il Ponte di Tiberio e il Museo, riqualificato grazie ai Fondi europei - Por Fesr 2014-2020 della Regione Emilia-Romagna, un contributo di oltre 3 milioni di euro. Il progetto, in particolare, prevede, nel Museo della Città, l’apertura ai cittadini di nuovi ambienti per incontri formativi, co-working e riunioni, collegati a un’ampia terrazza da cui è visibile lo scorcio dell’invaso del fiume Marecchia sul quale campeggia il ponte di Tiberio, dove è stata realizzata la piazza sull’acqua, uno spazio da vivere per eventi e mobilità sostenibile.

Il Parco del mare è un progetto di riqualificazione che darà nuovo carattere al sistema urbano costiero riminese, un lungomare senza auto, nuova vegetazione e aree verdi valorizzate e riconsegnate alla città, grazie al contributo dei Fondi Ue - Por Fesr 2014-2020 della Regione Emilia-Romagna pari a 2.850.000 euro.

In Romagna, durante il tour, sarà possibile scoprire altri spazi riportati a nuova vita grazie ai fondi europei ripartiti dalla Regione. A Cervia, la nuova piazza coperta che sta nascendo nell’antico magazzino della darsena per sostenere l'economia turistica tutto l'anno grazie a 2.850.000 euro di Fondi Por Fesr 2014-2020 della Regione Emilia-Romagna per la qualificazione dei beni culturali. Sempre a Cervia è stata promossa e finanziata, con 1,2 milioni di euro, Informare-ER, una nuova app che mette a sistema tutte le informazioni meteo-marine presenti in modo frammentato sul litorale emiliano-romagnolo. Il progetto è nato per offrire uno strumento informativo pensato sia per i turisti sia per gli addetti ai lavori. A Cesenatico grazie a un finanziamento di circa 144mila euro di risorse europee programmate dalla Regione nel 2018 è stato portato a termine un progetto di efficientamento energetico dell’ospedale Marconi.